12 febbraio 2016

#Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (332): #Moratoria esame domande derivazione #acqua


PRESIDENZA DELLA REGIONE

Cooperazione Italia-Svizzera
E’ stata approvata la proposta di deliberazione che riguarda il Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera 2014/2020 (FESR).

AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI

Piano interventi Dipartimento
Nel settore della forestazione, la Giunta ha approvato il piano degli interventi del Dipartimento agricoltura, risorse naturali e corpo forestale per l’anno 2016 che si articola in tre tipologie di attuazione: mediante attività in amministrazione diretta con personale idraulico-forestale a tempo indeterminato, nell’ambito del piano straordinario annuale con l’impiego di lavoratori  “over 45 donne e over 50 uomini” a tempo determinato e con l’affidamento in appalto a imprese private. Così come è stata approvata l’esecuzione dei lavori in amministrazione diretta, a cura e sotto la direzione del Dipartimento agricoltura, risorse naturali e corpo forestale, in collaborazione con le strutture sottordinate competenti, per l’anno 2016, mediante l’impiego di addetti idraulico-forestali assunti con rapporto di lavoro di natura privatistica a tempo indeterminato.
 
ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Sviluppo imprese artigiane e industriali
E’ stato deliberato un contributo per un’azione finalizzata allo sviluppo delle imprese artigiane e industriali.

OPERE PUBBLICHE, DIFESA DEL SUOLO E EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Moratoria esame domande derivazione acqua
La Giunta ha definito gli indirizzi agli uffici per una moratoria nell’esame delle domande di derivazione d’acqua a scopo idroelettrico, a integrazione delle disposizioni previste dal Piano regionale di tutela delle acque.
 
SANITA’ SALUTE E POLITICHE SOCIALI
.
Servizi anziani e disabili
Sono state esaminate le modalità che definiscono il finanziamento agli enti gestori (Unités des Communes e comune di Aosta) dei servizi in favore delle persone anziane e inabili per l'anno 2016, tramite le quote non vincolate dell'avanzo di amministrazione degli Enti locali, in attuazione della L.R. 19/2015, sino alla concorrenza dell'importo di 19,7 milioni di euro. Il documento andrà ora al parere della Commissione consiliare competente e al CPEL.

 
TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI
Aosta in bicicletta
E’ stata approvata la concessione di un contributo al Comune di Aosta per la realizzazione di parte del progetto Aosta in bicicletta, inserito nell’ambito del Programma Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/2020 (FESR).

10 febbraio 2016

Venerdì 12 febbraio Ivo Viérin (#SaintGrat) ospite a #ImpresaVda su #RadioPropostainBlu

Carissimo visitatore, dopodomani, venerdì 12 febbraio, ImpresaVda. avrà come ospite Ivo Viérin della Saint-Grat di Gressan, impresa attiva nella produzione e trasformazione delle mele.

L'ospite della scorsa settimana è stato  Edy Incoletti della Logic che ci ha presentato alcuni nuovissimi prodotti della sua società attiva nel settore dell'informatica.  Qui (se te la sei persa o la vuoi riascoltare) puoi trovare la sua intervista.

Il prossimo appuntamento, patrocinato dalla BCC Valdostana, sarà, dunque, Venerdì 12 febbraio, sempre alle 9,30. Avrò come ospite Ivo Viérin della Saint-Grat.

Le interviste a Incoletti e Viérin saranno anche pubblicate sul Corriere della Valle in edicola nelle prossime settimane. Questa settimana trovi quella a Genestrone.

Ti ricordo che il programma è in diretta per cui puoi intervenire sia telefonicamente (0165 - 44575) sia via mail diretta@radiopropostainblu.it).

Come sempre ti chiedo di scrivere nell'oggetto della mail «ImpresaVda» in modo che io possa capire subito se si tratta di un lettore del blog.


Puoi naturalmente anche lasciare messaggi direttamente su ImpresaVda, possibilmente prima della trasmissione. Di che genere? E' molto semplice: domande sui temi trattati e suggerimenti sugli argomenti da trattare o gli ospiti da invitare.


Se non conosci ancora la radio ti ricordo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.

Buon ascolto. 

8 febbraio 2016

Riccardo Jacquemod (#Lasorgente): «L'#economiacivile può trovare casa in Valle d'Aosta»

Riccardo Jacquemod 
Intervista a  Riccardo Jacquemod, della Cooperativa La Sorgente.

Dall'inizio di gennaio il servizio per la Famiglia e la Prima Infanzia Farfavola si propone in gestione privata. Come nasce questa decisione?
E' una decisione che abbiamo preso in conseguenza di una serie di situazioni che si sono verificate nel corso del 2015. Va detto che da dieci anni noi gestivamo la Farfavola nei locali che avevamo reperito dalla parrocchia. Li gestivamo per conto del Comune di Aosta. Nel momento in cui il Comune di Aosta ha rinunciato a proseguire nella gestione del servizio ci siamo chiesti come fare per continuare ad offrire i servizi dentro agli spazi che avevamo allestito, anche con investimenti significativi, negli ultimi dieci anni. E l'idea di poter proseguire in termini di attività privata ci è parsa la strada più percorribile. Sarà molto difficile tenere in quadro il bilancio però cominciamo ad avere sufficiente esperienza per poter immaginare una prospettiva non così negativa. Adesso siamo partiti. Abbiamo ottenuto l'autorizzazione proprio sul filo di lana, il 30 dicembre, da parte della Regione. I clienti stanno crescendo. Speriamo in bene.

Preso atto dei problemi legati alle risorse economiche come si può strutturare in una maniera più razionale un nuovo welfare che non sia semplicemente il risultato di tagli? Ovviamente se è possibile…
La prima considerazione è che i servizi del welfare valdostano – fino a qualche anno fa definito munifico, ricco, abbondante – oltre che costi molto elevati presentano probabilmente anche delle spese che si possono razionalizzare. Credo che in parte lo sforzo che si sta intraprendendo in questo periodo sia proprio di razionalizzazione di questa spesa. E' evidente che il welfare, i servizi alla persona non possono rispondere esclusivamente ad una domanda privata in quanto hanno un fortissimo valore del lavoro e sarebbero troppo cari in una offerta privata. Di conseguenza un welfare totalmente privato non può stare in piedi. Però razionalizzando la spesa e con una buona partecipazione dell'utenza privata io sono convinto che cio sia uno spazio per poter mantenere dei livelli di copertura dei servizi adeguati per il nostro contesto.

 Dal tema della famiglia all'immigrazione. Sulla chiusura del Centro immigrati è stata detta davvero la parola fine?
Credo che il servizio migranti come lo abbiamo fatto crescere insieme con l'amministrazione comunale, il Celva e la Regione in questi anni non si riproporrà più. E' la conclusione di un servizio dedicato esclusivamente a questa materia. Naturalmente noi come cooperativa abbiamo un po' la necessità e la voglia di riuscire, avendo dato continuità agli operatori che lavoravano nel servizio, di mettere a valore le conoscenze che in 25 anni di attività il servizio ha acquisito e accumulato. Ci sembra molto opportuno sia per quanto riguarda l'utenza straniera che in tante situazioni ha proprio bisogno di avere un punto d'appoggio un po' specializzato per le risposte che deve ottenere. E mi sembra anche utile perché dentro il servizio migranti la comunità ha sempre avuto un punto di attenzione e una fotografia di un processo che anche guardando gli ultimi eventi sta andando avanti e non si arresta di sicuro con la chiusura del servizio

Quali sono gli attuali numeri della Cooperativa?
La Cooperativa ha circa 140 tra soci lavoratori e dipendenti oltre ad una ventina di collaborazione più episodiche. I numeri restano più o meno quelli anche se dopo le riduzioni che ci sono state nei servizi alla prima infanzia siamo un po' più in tensione sul fronte occupazionale. Però stiamo tenendo su questa dimensione. E' presente nella gestione di tre tipologie di servizi. Sul fronte della prima infanzia noi abbiamo nove servizi tra Courmayeur e Gressoney e dopo le novità legate alla Farfavola il settore al momento è in ristrutturazione. Noi abbiamo poi un altro settore, quello storico legato all'accoglienza e alle politiche per l'immigrazione, in cui al di là della chiusura del servizio migranti cresce l'impegno per l'accoglienza dei richiedenti protezione internazionale. Abbiamo poi una filiera di servizi dedicati agli anziani con la gestione di alcuni servizi pubblici sul Comune di Aosta – assistenza domiciliari più altre tipologie – e la gestione di servizi privati di intermediazione di manodopera. Con la Bonne famille stiamo sviluppando un buon rapporto con la clientela privata che sta cercando progetti di assistenza per i propri anziani.

L'attività del Piccolo Albergo di Comunità prosegue e si consolida…
A noi piace pensare che sia davvero qualcosa di presente in maniera significativa nella nostra comunità. Il ristorante Intrecci poi continua a mantenere un buon livello di qualità con prezzi concorrenziali, offrendo la possibilità di fare serate di approfondimento in quanto abbiamo tantissime collaborazioni con associazioni e gruppi di riferimento. L'attività del Piccolo Albergo di Comunità con la Bonne Famille è significativo. Ci sono tantissime assistenti familiari che fanno riferimento alla Cooperativa per i loro problemi e in più c'è la parte dedicata all'accoglienza dei richiedenti protezione internazionale, c'è una dove ospitiamo persone che preferiscono vivere in una situazione un po' più protetta e viva piuttosto che stare da soli presso il proprio domicilio.

Il concetto di economia civile può trovare casa anche in Valle d'Aosta?
Sicuramente sì. Noi un po' come tutti gli altri soggetti che si trovano ad aver lavorato negli ultimi vent'anni in questo nostro contesto abbiamo bisogno di recuperare del tempo rispetto alla capacità di fare impresa. E' al momento l'aspetto che forze manca di più tra tutti i soggetti del terzo settore, in particolare tra le imprese sociali. Però c'è spazio. E l'economia civile è quella che potrà dare una prospettiva. Qui bisogna tutti affrancarci un po' dall'essere stati più dei fornitori di servizi che dei creatori di economia civile. E questo è un lavoro difficile. Però vedo che ci sono tante realtà cooperative e associazioni che iniziano a confrontarsi con questi dati partendo dai problemi e dai bisogni d elle persone per poter trovare soluzioni non necessariamente che arrivano sempre dal pubblico. Anche l'idea dell'Emporio Solidale che si sta cercando di mettere a fuoco i in questi giorni è un po' il tentativo di riuscire a recuperare, nelle pieghe di un'economia che produce anche sprechi, la possibilità di dare dei sostegni effettivi ai bisogni delle persone. Credo che siano tutti dei piccoli indizi di un'attività e un'attenzione che la comunità ha nei confronti dei problemi e dei bisogni delle persone che sono più fragili.

L'Emporio solidale potrebbe essere una delle novità del 2016?
Bisognerà aspettare l'esito della selezione. Però ci auguriamo di poter realizzare anche in tempi ragionevolmente brevi un'esperienza che altrove ha trovato un'ottima applicazione. Penso alle regioni dell'Emilia e che è anche suffragata da decisioni legislative. Pensiamo alla legge che è stata approvata in Francia da poco. In cui il legislatore francese ha deciso di obbligare di riutilizzare gli sprechi della grande distribuzione, rendendo obbligatoria la raccolta e la distribuzione verso i poveri delle derrate in scadenza. Ed è una legge davvero interessante.

Un sogno da Imprenditore da realizzare?
Non smettiamo mai di sognare, di avere idee. Il confronto dentro la Cooperativa, soci e volontari, alla fine è il risultato di sogni che cercano di trovare spazi di realizzazione.

5 febbraio 2016

Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (331): #Environmentpark

AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI

Forestazione
La Giunta ha preso in esame la deliberazione che definisce il piano degli interventi nel settore della forestazione per l’anno 2016. La deliberazione sarà ora inviata al parere della Commissione consiliare competente.
 
ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Environmentpark
E’ stato approvato l’Accordo quadro con la società Environmentpark, soggetto gestore del Polo di innovazione Polight, per una collaborazione nell’ambito della ricerca, dell’innovazione e del trasferimento tecnologico, finalizzati allo sviluppo della Strategia regionale di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente della Valle d’Aosta, nel periodo 2014-2020.
 
 
OPERE PUBBLICHE, DIFESA DEL SUOLO E EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Fospi: Scuole di Jovençan
E’ stato approvato il finanziamento per la realizzazione dei lavori di ristrutturazione e di ampliamento del fabbricato destinato alle scuole elementari e materne, nel Comune di Jovençan. Il progetto è incluso nel programma degli interventi FOSPI per il triennio 2012/2014.

Ambiti inedificabili Saint-Marcel
La Giunta ha dato parere favorevole alla variante per la revisione della cartografia degli ambiti inedificabili dei terreni sedi di frane e a rischio di inondazione nel Comune di Saint-Marcel.
 
SANITA’ SALUTE E POLITICHE SOCIALI

Accordo di programma USL
Sono state approvate le indicazioni all’Azienda USL finalizzate alla definizione dell’accordo di programma e alla successiva adozione del bilancio di previsione 2016.
 
TERRITORIO E AMBIENTE

Tariffe rifiuti
A seguito del parere del CPEL, sono state determinate le tariffe 2016 da applicare a carico dei SUB-ATO per il conferimento dei rifiuti urbani e assimilati al Centro regionale di trattamento di Brissogne. Le tariffe sono da assumere come riferimento per la determinazione dei costi di gestione dei rifiuti.
 
TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI
 
Office régional du tourisme
E’ stata approvata la proposta, da inviare al Consiglio regionale, della deliberazione che approva un’ulteriore proroga, valida fino all’entrata in vigore del nuovo assetto organizzativo del settore turismo, delle direttive di programmazione e di indirizzo dell’Office régional du tourisme.

Trenitalia
E’ stato deciso di approvare, a sanatoria, per motivazioni legate all’ordine pubblico e alla sicurezza, l’affidamento a Trenitalia S.p.A., società che già gestisce il servizio di trasporto pubblico ferroviario, del servizio di ulteriore potenziamento dell’esercizio ferroviario, tramite 4 treni straordinari Aosta/Ivrea ed Ivrea/Aosta, nei giorni 30 e 31 gennaio 2016, per far fronte alle condizioni eccezionali di affluenza verificatesi fin dalla prima giornata di apertura dell’edizione 1016a della Fiera di Sant’Orso, per un costo totale di 4 mila 872 euro.

3 febbraio 2016

Venerdì 5 febbraio Edy Incoletti (#Logic) ospite a #ImpresaVda su #RadioPropostainBlu

Carissimo visitatore, dopodomani, venerdì 5 febbraio, ImpresaVda. avrà come ospite Edy Incoletti della Logic che ci presenterà alcuni nuovissimi prodotti.

L'ospite della scorsa settimana è stato  Pierantonio Genestrone, Presidente di Confcommercio Valle d'Aosta, associazione che proprio quest'anno festeggia 70 anni di attività Qui (se te la sei persa o la vuoi riascoltare) puoi trovare la sua intervista.

Il prossimo appuntamento, patrocinato dalla BCC Valdostana, sarà, dunque, Venerdì 5 febbraio, sempre alle 9,30. Avrò come ospite Edy Incoletti della Logic,

Le interviste a Genestrone  e a Incoletti saranno anche pubblicate sul Corriere della Valle in edicola nelle prossime settimane. 

Ti ricordo che il programma è in diretta per cui puoi intervenire sia telefonicamente (0165 - 44575) sia via mail diretta@radiopropostainblu.it).

Come sempre ti chiedo di scrivere nell'oggetto della mail «ImpresaVda» in modo che io possa capire subito se si tratta di un lettore del blog.


Puoi naturalmente anche lasciare messaggi direttamente su ImpresaVda, possibilmente prima della trasmissione. Di che genere? E' molto semplice: domande sui temi trattati e suggerimenti sugli argomenti da trattare o gli ospiti da invitare.


Se non conosci ancora la radio ti ricordo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.

Buon ascolto. 

2 febbraio 2016

Renato Anselmet (#MaisonAnselmet): «Il #pinotnoir per noi è una grande passione»

Renato Anselmet
Intervista al produttore vitivincolo Renato Anselmet, con il figlio Giorgio fondatore dell'etichetta Maison Anselmet.

Semel pater. Suo figlio Giorgio le ha dedicato un vino. E' un omaggio pieno di affetto ma pure impegnativo...
Il Semel Pater è vinificato con uve di Pinot Noir prodotte da un vigneto situato sul Mont Torrette nel comune di St. Pierre he, come ben sapete, è una zona viticola molto vocata e già citata da diversi autori sin dal 1800. Sono molto orgoglioso che mio figlio Giorgio mi abbia dedicato un vino e lo ringrazio per questo pensiero anche perché letteralmente la frase “Semel Pater Semper Pater” significa: una volta padre, si è padri per sempre. Ovviamente l’etichetta non basta, Giorgio ha prodotto un grande vino come si è dimostrato dai vari riconoscimenti che abbiamo ricevuto quest’anno come, ad esempio i tre bicchieri del Gambero Rosso.

E' un vino che soprattutto racconta la passione di famiglia per il Pinot Noir
Il Pinot Noir per noi è veramente una passione perché riteniamo che questo vitigno dia la massima espressione di un vino sotto l’aspetto degustativo ed enologico.

Per par condicio ricordiamo anche lo spumante “perlabruna” che Giorgio ha dedicato alla moglie...
Il Perla Bruna è un metodo classico di Chardonnay barricato e Blanc de Morgex che affina sui lieviti dai 36 ai 42 mesi. È letteralmente una dedica a Bruna, la moglie di Giorgio, che si occupa di tutta la parte di gestione della vigna, dalla potatura alla vendemmia.

Attualmente quante bottiglie producete e che tipologie di vino proponete?
Annualmente produciamo dalle 80000 alle 100000 bottiglie con 20 tipologie divise in 70% rosso e 30% bianco. Per quanto riguarda i vini rossi, abbiamo 2 vini che fanno la parte di affinamento solo in acciaio mentre tutti gli altri fanno la parte di affinamento in barrique.
Per i bianchi, invece, è il contrario. Facciamo passare in barrique lo Chardonnay e la Petite Arvine mentre gli altri fanno solo la parte in acciaio.

Che cosa ci dobbiamo aspettare dall'ultima vendemmia?
La vendemmia 2015 è stata, sotto l’aspetto sanitario, eccezionale. Le uve erano molto sane e ben mature. La resa, però, è del 5-7% minore rispetto agli anni scorsi. Questo perché abbiamo avuto un’estate con temperature molto alte e poche precipitazioni.

Voi avete una cantina realizzata con molto gusto e soprattutto molto accogliente. C'è qualche visita di qualche appassionato che merita di essere raccontata?
Quando siamo partiti per costruire la cantina avevamo parecchi dubbi su come impostarla. La prima necessità era quella di far sposare la funzionalità e la tecnologia, in modo da poter lavorare comodamente e in modo durevole. Cosa piuttosto difficile e dispendiosa; nonostante ciò, siamo riusciti a trovare le attrezzature che ci servivano riuscendo ad impostare un lavoro qualitativamente all’altezza delle nostre aspettative. La seconda necessità era quella di poter soddisfare le necessità e le curiosità dei clienti che ci sarebbero venuti a trovare in cantina.Abbiamo pensato, dunque, di costruire la sala degustazioni con un’architettura tipica, in modo che l’ospite si potesse rendere conto di essere in una costruzione valdostana. Sotto l’aspetto della degustazione, essa doveva essere soddisfacente e lasciare un’emozione profonda. Ci piace prenderci cura di chi viene a trovarci e sembra che questo sia apprezzato.

Il vino valdostano sta crescendo sul fronte dell'export. E' un fenomeno che riscontrate anche voi?
Noi esportiamo principalmente negli Stati Uniti, in Giappone, in Francia e in Germania.
Le richieste che ci arrivano dall’estero sono molteplici, ma purtroppo non riusciamo a soddisfarle tutte perché i nostri quantitativi sono piccoli e puntiamo molto a rifornire il mercato locale.

I riconoscimenti non si contano più si va dai Tre bicchieri per Semel Pater al Cangrande...
Si, nell’anno appena passato, fortunatamente, abbiamo ricevuto molti riconoscimenti.
Il primo è stato il premio come Benemerito al Cangrande, poi abbiamo ricevuto i Tre Bicchieri del Gambero Rosso con Semel Pater e le 4 viti di VITAE sempre con il Semel.
Con l’Henri (Syrah) abbiamo vinto la medaglia d’oro al CERVIM e i cinque grappoli di Bibenda.
Slow wine, invece, ci ha premiato sia come azienda (Bottiglia) che come vino, attribuendo alla nostra Petite Arvine il premio di Grande Vino.È sempre un grande onore ricevere questi premi. Sono un po’ il riconoscimento del lavoro che ogni anno svolgiamo dentro e fuori dalla cantina.

Per il 2016 qualche novità da annunciare?
Non abbiamo ancora deciso nulla in quanto dipende molto dall'evoluzione del vino in quanto le variabili in cantina sono tantissime e non sappiamo ancora come questi vini verranno. Dipende dalla qualità dell'uva che portiamo in casa, da come riusciamo a farla evolvere in cantina. In linea di massima dovremmo confermare quanto fatto l'anno scorso.

Nuovi mercati internazionali in vista?
Pensavamo all'Inghilterra però anche lì è dura entrare sul mercato.

Un sogno da imprenditore da realizzare?
Vorrei riuscire a collocare il nostro prodotto nella maggior parte degli hotel stellati in Italia e all'estero. E poi spero che questa crisi finisca al più presto.

Nel 2015 migliora il tasso di crescita ma cala il numero delle imprese valdostane


La Chambre Valdôtaine informa che i dati di stock relativi al 2015, pur registrando un miglioramento del tasso di crescita (-0,13% rispetto a -0,77% del 2014), risultano ancora negativi per quanto concerne la consistenza delle imprese registrate e il saldo fra le 756 iscrizioni e le 774 cancellazioni (-18).

Al termine dell’anno il comparto imprenditoriale valdostano conta 13.012 imprese con un calo di 330 unità (-2,5%), concentrate prevalentemente nei settori del commercio (-117 ed in controtendenza rispetto al dato nazionale) e dell’edilizia (-112).

Benché sul totale incida in maniera significativa la concentrazione nell’ultimo anno di cancellazioni d’ufficio riguardanti le società di persone e le ditte individuali, il quadro generale è quindi tuttora di sofferenza, particolarmente sensibile per un settore ormai storicamente critico quale quello delle costruzioni e per il commercio che, nell’ultimo anno, hanno evidenziato una riduzione che appare più strutturale che congiunturale.

Analizzando i singoli settori, si registra inoltre una sostanziale tenuta nell’ambito del turismo e dei servizi alle imprese, mentre cali contenuti fanno registrare le imprese agricole (-23) e quelle manifatturiere (-33).

Anche i dati riguardanti il settore artigianale parlano, seppur in numero minore rispetto al 2014, di un calo nel numero delle imprese (-122 contro -145 del 2014) quasi interamente concentrato nel settore delle costruzioni (80% circa) restituendo un quadro ancora di profonda difficoltà del comparto.

Dal punto di vista delle forme giuridiche si conferma la sostanziale tenuta delle società di capitali e delle cooperative, mentre calano le ditte individuali e le società di persone che in Valle d’Aosta costituiscono la maggior parte del tessuto imprenditoriale.

«Nonostante un miglioramento nel tasso di crescita, anche il 2015 si è confermato un anno difficile per le nostre imprese – commenta il Presidente della Chambre Valdôtaine Nicola Rossetquesto richiede di prestare particolare attenzione all’andamento di alcuni settori sui quali sarà necessario condurre ulteriori approfondimenti. Nello specifico, poiché da un primo esame il cedimento del commercio appare generalizzato sull’intero territorio regionale, si impone un’analisi più dettagliata per elaborare e mettere in atto nuove e più efficaci strategie di contrasto. La difficoltà registrata dalle ditte individuali e dalle società di persone indica inoltre come siano ancora una volta le aziende più piccole e meno strutturate a necessitare di un maggiore sostegno. In questo senso la Chambre, pur con il rischio di vedere risorse e competenze a disposizione sempre più ridotte, si sforzerà di prestare la consueta assistenza ed accompagnamento alle imprese nello svolgimento della loro attività lavorando al massimo delle sue possibilità per mantenere il suo ruolo di casa di tutte le imprese».

29 gennaio 2016

#Confcommercio Valle d'#Aosta festeggia 70 anni - Sarà presente anche Il Presidente nazionale #Sangalli


La stretta sinergia tra Confcommercio Nazionale, l’Assessorato regionale al Commercio, 50&Più – l’associazione dei pensionati di Confcommercio - ha permesso a Confcommercio Vda di organizzare una grande manifestazione per celebrare al GH. Billia di Saint Vincent i 70 anni di attività in Valle d’Aosta a cui parteciperà anche il Presidente nazionale Giancarlo Sangalli (nella foto).

L’evento del 6 febbraio alle 10, nel corso del quale saranno premiati con l’Aquila di Calimala i soci che hanno raggiunto i 25, 40 e 50 anni di attività è stato presentato alla stampa dai vertici di Confcommercio VdA: il Presidente Pier Antonio Genestrone, i vice presidenti Graziano Dominidiato, Giuseppe Sagaria e Leopoldo Gerbore, i quali hanno illustrato gli aspetti logistici e organizzativi.
Per il vice presidente Dominidiato è stata l’occasione per svolgere alcune considerazioni sullo stato del Commercio in Valle. «Un ulteriore segnale delle difficoltà della ripresa ad avviarsi su un sentiero di crescita più sostenuto rispetto ai ritmi attuali ed idoneo al recupero, in tempi rapidi, di quanto perso negli ultimi anni – ha detto – sono i consumi che non decollano».

Da parte sua Genestrone ha sottolineano l’ottimo stato di salute dell’associazione che conta oltre 2.000 iscritti, l’80% delle aziende attive in Valle, e registra una crescita annua del 10%. «La Presenza di Sangalli – ha aggiunto- è per noi motivo di orgoglio perché lo consideriamo un attestato alla nostra attività ed al nostro lavoro che svolgiamo con determinazione e passione messa a disposizione dei nostri associati dal personale tutto e dai dirigenti». Genestrone ha poi rimarcato «l’ottima collaborazione in atto con l’assessorato regionale che permette di affrontare i problemi e condividerne le soluzioni».

Marguerettaz ha manifestato «Stima per Confcommercio e per i suoi dirigenti che sono sempre disponibili a proporre soluzioni ai problemi, fornire suggestioni per le iniziative da prendere per valorizzare il comparto in uno spirito di collaborazione stretto e costruttivo privo di pregiudiziali o di interessi di parte».

Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (330): Finanza locale


PRESIDENZA DELLA GIUNTA
Finanza locale
La Giunta ha preso in esame la deliberazione concernente la ripartizione e la destinazione, ai sensi di quanto disposto dall’articolo 10 della legge finanziaria regionale 2016/2018, delle risorse assegnate alla finanza locale, pari a 181 milioni di euro, dei quali 79 milioni destinati ai trasferimenti senza vincoli di destinazione a favore dei Comuni valdostani per l’anno 2016. Deliberazione sarà ora sottoposta al parere del Consiglio permanente degli enti locali e della competente Commissione consiliare permanente.
 
ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Sostegno al reddito
Il Governo regionale ha approvato le disposizioni applicative delle misure di inclusione attiva e di sostegno al reddito, previste nella legge regionale n. 18 del 2015, Misure di inclusione attiva e di sostegno al reddito. E’ stato inoltre nominato il Comitato tecnico di coordinamento per le misure previste dalla legge. 

28 gennaio 2016

Portale realizzato dalla #Logic per la sicurezza sul #lavoro

La Logic di Edy Incoletti ha lanciato un nuovo progetto legato al mondo della sicurezza sul lavoro.

Il portale https://www.aimsafe.it mette a disposizione di aziende e consulenti, una serie di strumenti che hanno l'obiettivo di migliorare la prevenzione della sicurezza sui posti di lavoro e facilitare i responsabili nella gestione di adempimenti e scadenze.

Iscrivendosi al portale le aziende potranno, dopo aver inserito un minimo di informazioni sulla loro struttura e sui loro dipendenti, accedere ad una lista di riscontro che provvede a evidenziare possibili problematiche e che, nel tempo, si occuperà di ricordare le scadenze per le valutazioni dei rischi e per i corsi di aggiornamento.

La caratteristica fondamentale del sistema consiste nella possibilità, per le stesse aziende, di condividere i dati inseriti con i propri consulenti. Questi ultimi potranno utilizzare il sistema per eseguire le valutazioni tecniche, sfruttando i sistemi di supporto da noi realizzati. In questo modo vengono separate le competenze e rese disponibili, per tutte le figure interessate, informazioni aggiornate e tempestive: requisito necessario per garantire la sicurezza in tutte le attività.

«L'impegno di Logic sul tema - spiega Incoletti - non si limita a fornire gli strumenti adeguati per assolvere queste incombenze, ma vuole promuovere il più possibile la sensibilità verso questo importante argomento. E' per questo motivo che le funzionalità previste per le aziende sono state messe a disposizione gratuitamente per un anno, così come come la newsletter, ricca di informazioni di sicuro interesse per tutti gli imprenditori e i responsabili incaricati di sicurezza. Un impegno che ci sta gratificando con un grande successo: a poco più di 2 settimane dal lancio abbiamo già più di 100 aziende gestite».

Incoletti sarà presto ospite di ImpresaVda. se avete delle domande sul portale mandatecele.

#Negozi, #Uffici e #Capannoni: il mercato degli immobili per l'impresa in Valle d'#Aosta secondo #Tecnocasa

L'Ufficio studi di Tecnocasa ha proposto la sua analisi sul mercato degli immobili per l'impresa. Si tratta dei dati del primo semestre di Aosta. Riporto la nota ad uso dei visitatori del blog.

Negozi
Sul mercato dei locali commerciali si registra una buona domanda soprattutto nelle zone più centrali della città, dove però c’è un’offerta molto bassa. Si ricercano tagli che vanno da 70 a 150 mq posizionati sul fronte strada. Sulla centralissima piazza Chanoux i prezzi si attestano a 4000-5000 € al mq e canoni di locazione vanno da 420 a 600 € al mq annuo. Piace anche via de Tillier dove si registrano canoni di 360-420 € al mq annuo e prezzi medi che possono andare da 3000 a 5000 € al mq. Tra le arterie richieste ci sono via Torino, via Festaz e corso Ivrea, dove i canoni di locazione scendono a 144 € al mq annuo. Si aprono attività di somministrazione e ristorazione nonché sartorie e centri massaggi ad opera di imprenditori cinesi.
Si cercano prevalentemente immobili in affitto ma ci sono anche investitori che acquistano il negozio per metterlo a reddito. Interessante dal punto di vista commerciale anche la S.S. 26 dove sono disponibili tagli più grandi, da un minimo di 900 ad un massimo di 2500 mq, ricercati da importanti franchising, aziende della grande distribuzione oppure cinesi che desiderano aprire negozi di oggettistica. I prezzi sono compresi tra 750 ed 1200 € al mq, mentre i canoni di locazione si aggirano da un minimo di 50 ad un massimo di 100 € al mq annuo. Nelle vie non di passaggio si insediano soprattutto negozi di quartiere .
Uffici
Sul mercato degli uffici si registra una domanda poco dinamica ed un’abbondante offerta che si concentra in particolare nella zona di Borgnalle e Saint Christophe, dove si trovano diversi centri direzionali di recente costruzione e molti immobili sia in locazione sia in vendita. I valori sono di 1600-1800 € al mq, mentre i canoni di locazione vanno da 78 a 102 € al mq annuo. Si registrano richieste soprattutto da parte di studi medici che richiedono tagli da 50 a 150 mq.
Capannoni
Negli ultimi tempi la domanda di capannoni in città è discreta: piccole e medie imprese artigianali sono alla ricerca di immobili di 300-500 mq, per insediare prevalentemente attività del settore edile oppure di autotrasporti e simili. Si prediligono gli immobili in buono stato e dotati di uno spazio esterno di manovra. Queste tipologie si concentrano maggiormente tra corso Lancieri, regione Tzamberlet, zona Amerique e Villair di Quart, alle quali si può accedere facilmente all’autostrada A5. Su corso Lancieri i prezzi oscillano da 550 a 900 € al mq, i canoni di locazione vanno da 48 a 72 € al mq annuo. I valori salgono nella zona Amerique dove i prezzi raggiungono i 750-1000 € al mq e i canoni di locazione vanno da 30 a 40 € al mq annuo. Chi cerca un capannone si rivolge quasi esclusivamente all’affitto, ma ci sono anche richieste di acquisto che arrivano da giovani imprenditori oltre che da aziende locali affermate e solide nel mercato Valdostano. 

27 gennaio 2016

#Tripadvisor premia tre alberghi valdostani

Il Bellevue Hotel & SPA di Cogne, Il Romantic Hotel Jolanda Sport di Gressoney e L’Auberge de la Maison di Courmayeur sono stati premiati da Tripadvisor, risultando vincitori del premio Travellers Choice™ 2016 per hotel di TripAdvisor nella categoria Top 25 Hotel in Italia classificandosi al 5° posto il Bellevue, al 15° il Jolanda Sport e al 22°  l’Auberge de la Maison. 

Giunto al 14° anno della rassegna, TripAdvisor ha premiato le migliori strutture a livello internazionale sulla base di milioni di recensioni e opinioni raccolte in un anno dai viaggiatori di tutto il mondo. Sono state premiate le strutture appartenenti alle categorie: Migliori hotel, Migliori tariffe, Migliori Pensioni e Bed & Breakfast, Migliori hotel di lusso, Miglior servizio e Migliori piccoli hotel. I tratti che contraddistinguono i vincitori dei premi Travellers' Choice sono l'eccellenza del servizio, la qualità e la convenienza.

«Ci congratuliamo con le strutture che hanno vinto i premi Travellers' Choice per hotel - afferma Barbara Messing, Direttore del marketing per TripAdvisor - Quando i viaggiatori scelgono dove prenotare il loro prossimo viaggio, dovrebbero controllare i vincitori del premio che hanno già soddisfatto milioni di membri della community di TripAdvisor»

Per scoprire tutti i vincitori del premio Travellers' Choice 2016, visitate la pagina  

Venerdì 29 gennaio Pierantonio Genestrone (#Confcommercio) ospite a #ImpresaVda su #RadioPropostainBlu

Carissimo visitatore, dopodomani, venerdì 29 gennaio, ImpresaVda. avrà come ospite Pierantonio Genestrone, Presidente di Confcommercio Valle d'Aosta, associazione che proprio quest'anno festeggia 70 anni di attività.

L'ospite della scorsa settimana è stata  Riccardo Jacquemod della Cooperativa La Sorgente con lui abbiamo riflettuto sulle prospettive del Terzo Settore. Qui (se te la sei persa o la vuoi riascoltare) puoi trovare la sua intervista.

Il prossimo appuntamento, patrocinato dalla BCC Valdostana, sarà, dunque, Venerdì 29 gennaio, sempre alle 9,30. Avrò come ospite Riccardo Jacquemod de La Sorgente,

Le interviste a Jacquemod e a Genestrone saranno anche pubblicate sul Corriere della Valle in edicola nelle prossime settimane. 

Ti ricordo che il programma è in diretta per cui puoi intervenire sia telefonicamente (0165 - 44575) sia via mail diretta@radiopropostainblu.it).

Come sempre ti chiedo di scrivere nell'oggetto della mail «ImpresaVda» in modo che io possa capire subito se si tratta di un lettore del blog.


Puoi naturalmente anche lasciare messaggi direttamente su ImpresaVda, possibilmente prima della trasmissione. Di che genere? E' molto semplice: domande sui temi trattati e suggerimenti sugli argomenti da trattare o gli ospiti da invitare.


Se non conosci ancora la radio ti ricordo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.

Buon ascolto. 

25 gennaio 2016

La Valle d’#Aosta si prepara alla 1016° #Fiera di #SantOrso: tutto (o quasi) quello che c'è da sapere


La macchina organizzativa della 1016° edizione della Fiera di Sant’Orso sta ultimando i preparativi per quella che si aspetta essere un’importante edizione della Millenaria, complice il fine settimana in cui cade quest’anno l’evento. La Fiera di Sant’Orso tornerà infatti ad animare le vie del centro storico il 30 e il 31 gennaio.

 Il programma degli eventi collaterali prevede per giovedì 28 gennaio, alle ore 10 in piazza Chanoux e in piazza Plouves, l’apertura dell’Atelier, lo spazio espositivo, che quest’anno è presente in due padiglioni, riservato alle imprese artigiane, alla presenza del Presidente della Regione Augusto Rollandin e dell’Assessore alle attività produttive Raimondo Donzel. L’Atelier raggrupperà i lavori di 84 artigiani professionisti e rimarrà aperto fino al 1° febbraio con orario 8.00-19.00 il 30 e il 31 gennaio e dalle ore  10.00 alle 19.00 il 28 e 29 gennaio e il 1° febbraio.

 Alle 21 di venerdì 29 gennaio, nella collegiata di sant’Orso, si terrà invece il concerto di apertura della Fiera, che vedrà protagonisti il Coro di Sant’Orso e la Corale di Verrès.

 La Fiera prenderà ufficialmente il via alle ore 8 di sabato 30 gennaio. Da piazza dell’Arco d’Augusto, partirà il corteo delle autorità che, alle Porte Pretoriane, sosterà per la cerimonia di benedizione da parte del vescovo di Aosta. Alle 18 la Messa degli artigiani.

 «L’impegno che sta dietro all’organizzazione di una manifestazione di così vaste dimensioni – spiega l’Assessore alle attività produttive, energia e politiche del lavoro, Raimondo Donzel - è intenso e vede il concorso di tanti servizi dell’Amministrazione regionale, di tanti Enti che con essa collaborano e il prezioso supporto di tanti volontari. Sin d’ora, in questi ultimi momenti di definizione dell’impianto organizzativo, voglio ringraziare tutti coloro che si stano adoperando affinché la Fiera, ancora una volta, possa essere un biglietto da visita di importante per la Valle d’Aosta, per i suoi artigiani, per tutte le aziende del settore e per i valdostani stessi. Come già a Donnas, siamo sicuri che le proposte del nostro artigianato di tradizione sfoggeranno in un livello artistico di grande qualità».  

 Percorso Fiera
 Il percorso, con andamento circolare, interessa sempre l’asse Arco d’Augusto – piazza della Repubblica (toccando via Sant’Anselmo, via Porta Praetoria, piazza Chanoux, via de Tillier, via E. Aubert) per proseguire in via Croce di Città fino a via Martinet e ritornare toccando via de Sales, via Xavier de Maistre,  via Guido Rey e via Sant’Orso.
Rispetto alla viabilità pedonale è necessario sottolineare l’istituzione, salvo momenti di moderato flusso, di sensi unici pedonali in: via S. Anselmo e via Porta Pretoria, dall’Arco d’Augusto a piazza Chanoux; via de Tillier, da piazza Chanoux fino all’inizio di via Aubert; via Croce di Città, dall’incrocio con via Aubert fino all’incrocio con via de Sales.

 Disposizione artigiani
 Produzione tradizionale: i banchi verranno posizionati nelle seguenti vie e piazze: via Sant’Anselmo, via Porta Pretoria, piazza Chanoux, via de Tillier, via E. Aubert, via Croce di Città sud, via de Sales, piazza Giovanni XXIII, via Xavier de Maistre, via Guido Rey e via Sant’Orso.
 Produzione ceramica, rame, vetro, oro e argento: tratto di via Sant’Orso verso la confluenza con via Sant’Anselmo.
Produzione NON tradizionale: via Croce di Città nord, piazza Roncas, via Martinet, un tratto di via Guido Rey e un tratto di via Sant’Orso.
 Produzione mobili: portici del municipio in piazza Chanoux e alcuni banchi all’inizio di via Xavier de Maistre.
 Corsi e Scuole di scultura, vannerie, intaglio, tornitura, attrezzi agricoli, ferro battuto, cuoio, mobili,ecc.: portici del municipio in piazza Chanoux.
Imprese e maestri artigiani (mobili, oggettistica e scultura, produzione di oggetti in ceramica, rame, vetro, oro e argento): strutture coperte in piazza Chanoux e in piazza Plouves (vedi planimetrie padiglioni).

 Fiera commerciale
 Il Comune di Aosta destinerà alcune zone della città ai seguenti settori merceologici:
 Espositori: posteggi complessivi 68
Aree: piazza della Repubblica, via Torino, area di piazza Arco d'Augusto (prospiciente la scuola), via Garibaldi, via Festaz (tratto compreso tra la rotonda di viale Partigiani e via Torre del Lebbroso), piazza Ancien Abatoir e corso Battaglione Aosta (controviale).
 Produttori Agricoli: posteggi complessivi 50
Aree: via Festaz (tratto compreso tra via Torre del Lebbroso e maison Savouret).
 Operatori Commerciali: posteggi complessivi 173
Aree: via Garibaldi (dall'incrocio con via Torino fino alla rotonda di via Caduti del Lavoro), via Vevey (lato sud), via Lucat, piazza Cavalieri di Vittorio Veneto, piazza Mazzini.

  
  Punti Rossoneri

 In tutti i padiglioni sarà servita l’acqua minerale offerta dall’Azienda Sorgenti Monte Bianco. La presenza delle Proloco è coordinata dall’Associazione regionale Proloco della Valle d’Aosta, i menù proposti sono dettagliati nell’apposita locandina in cartella. 


 Anche per questa edizione, i ristoranti che hanno aderito all’iniziativa promossa e organizzata da Confcommercio Imprese per l’Italia Valle d’Aosta proporranno un’offerta culinaria legata al territorio. L’elenco degli esercizi e i relativi recapiti verranno distribuiti dagli uffici informazione durante la Fiera.

 APP
 Nel corso dell’evento, i visitatori potranno fruire dell’APP gratuita “Fiera di Sant’Orso –Foire de Saint-Ours” (per IOS e Android), con la quale riceveranno in tempo reale tutte le informazioni sullo svolgimento della manifestazione: programma dell’evento, indicazione dei banchi degli espositori e loro informazioni, disponibilità parcheggi e situazione traffico, eventi previsti, punti ristoro e menu, mappa interattiva della città e  altre informazioni inerenti a quanto previsto per la sicurezza dei visitatori e degli espositori.
 FACEBOOK “Fiera di Sant’Orso–Foire de Saint-Ours”.
 Questa edizione sarà seguita anche dalla pagina facebook, “Fiera di Sant’Orso –Foire de Saint-Ours”, sulla quale verranno pubblicate immagini e video, insieme ad altre informazioni utili ai visitatori, durante tutte le giornate della manifestazione.
La pagina diventerà poi, nel corso dell’anno, un mezzo promozionale per tutti gli artigiani interessati a questo mezzo di comunicazione per garantire, anche su questo spazio virtuale, risonanza e diffusione alle tradizioni artigianali e culturali di cui la nostra regione è portatrice.


 Premi

 In questa 1016a edizione della Fiera di Sant’Orso saranno assegnati i seguenti premi:


 ·         “Premio Nozze d’oro con la Fiera” agli espositori che partecipano alla manifestazione da almeno 50 anni.
 ·         “Premio Amédée Berthod” al più promettente espositore che non abbia ancora compiuto il 25° anno di età entro il 31 dicembre 2015, assegnato su indicazione della commissione tecnica dell’IVAT;
 ·         “Premio Robert Berton” al più anziano (d’età) espositore non premiato negli ultimi cinque anni, assegnato d’ufficio dall’Assessorato attività produttive, energia e politiche del lavoro;
 ·         “Prix pour avoir préservé les techniques artisanales traditionnelles dans la fabrication d’outils agricoles à remettre en valeur aujourd’hui” assegnato dall’Assessorato regionale competente in materia di agricoltura;
 ·          “Premio Pierre Vietti” all’espositore che più si è distinto nello studio e nella ricerca storica, assegnato dal Comité des Traditions Valdôtaines, tra quelli che segnaleranno con apposita scheda il loro interesse a tale valutazione. Il tema ufficiale per l’edizione 2016 è “Les jeux traditionnels de la Vallée”;
 ·         "Premio in memoria di Don Garino" per la migliore opera a soggetto religioso assegnato dall'Associazione Amici di Don Garino;
 ·         “Premio FIDAPA” assegnato dalla “Federazione Italiana Donne Arti”  all’espositrice con l’opera più creativa, artistica e rispettosa della tradizione valdostana;
 ·         “Premio Fondazione comunitaria della Valle d’Aosta – ONLUS in memoria dello scultore Domenico Orsi” assegnato allo scultore che nella sua opera in legno o pietra ha meglio saputo rappresentare il tema del “dono”.
 ·         “Premio - Ventennale Battaglia Moudzon”. In occasione della 1016a  Fiera di Sant’Orso, l’Associazione regionale Compagnons Batailles de Moudzon, assegnerà un premio speciale,  in occasione della celebrazione del ventennale dell’Associazione.
Il premio andrà all’artigiano o all’artista che meglio rappresenterà nella sua opera (in legno o in pietra), l’espressione del mondo dell'allevamento valdostano.


 Ciondolo ufficiale della 1016ª Fiera di Sant’Orso
 Per la 1016a Fiera di Sant’Orso è stato scelto come simbolo che contraddistingue ogni artigiano il “coppapan”, attrezzo utilizzato, ieri come oggi, per tagliare forme intere di pane duro, costituito da una base di essenza di noce, sagomata in un pezzo unico, con ancorata una lama mobile in ferro battuto e con manico di legno. L’oggetto è realizzato dall’artigiano Corrado Gaspard e gli espositori ne riceveranno, come di consueto, un esemplare omaggio.
I visitatori che volessero acquistarlo come prezioso souvenir, potranno trovarlo, al prezzo di 10 euro, in una postazione all’interno dell’Atelier e in altre quattro postazioni site in via Aubert, via Sant’Anselmo, piazza Chanoux e via Xavier de Maistre, predisposte dall’Amministrazione regionale.

 
 L’artisanà
L’artisanà, il nuovo volto dell’IVAT, sarà presente anche quest’anno alla Fiera di Sant’Orso con diverse iniziative di interesse culturale e commerciale:
·         Sesta edizione dell’iniziativa Oeuvre choisie con scelta tra i banchi degli espositori delle opere che meglio reinterpretano i tratti culturali distintivi della tradizione valdostana in chiave contemporanea.
·         Continua la ricerca sull’artigianato valdostano, iniziata ormai cinque anni fa, sulla valutazione dell’andamento del settore artigianale negli anni in particolare dei produttori di età inferiore ai 40 anni.
·         Allestimento dell’Espace l’artisanà all’interno del padiglione di piazza Plouves: saranno messe in mostra le produzioni degli artigiani conferitori IVAT presenti in Atelier al fine di valorizzare il savoir-faireartigiano e l’unicità dei prodotti marchiati dall’ente.
·         MAV e Maison Musée Berton aperti al pubblico con ingresso gratuito nei giorni 30 e 31 gennaio.
·         Boutiques (Aosta, Ayas, Cogne, Courmayeur) aperte nei due giorni di Fiera.

 La Chambre Valdôtaine
 La Chambre Valdôtaine sarà presente alla Fiera di Sant’Orso con uno stand istituzionale presso il quale imprese e visitatori della manifestazione potranno avere informazioni in merito all’importanza e alle opportunità legate alla tracciabilità dei prodotti del territorio e alle attività in corso di svolgimento in questo ambito in Valle d’Aosta. Presso lo stand sarà inoltre possibile scaricare gratuitamente l’applicazione per l’autenticazione e la tracciabilità dei prodotti realizzata da SICPA Italia nell’ambito delle iniziative legate a Expo 2015.

 Iniziative benefiche
L’A.S.I.V. – Associazione Scultori e Intagliatori Valdostani – in occasione della Fiera di Donnas e della Fiera di S. Orso ha realizzato un ciondolo a ricordo degli eventi. Il ricavato dell’iniziativa sarà interamente devoluto a sostegno di casi di particolare gravità sociale presenti nella nostra regione.
L’artista Giuseppe Tecco ha ideato gratuitamente il bozzetto per la serigrafia e gli studenti della IV PIA (Produzioni Industriali e Artigianali)  dell’Istituzione scolastica tecnico-professionale regionale Corrado Gex hanno realizzato i supporti  in legno, mentre la Banca di Credito Cooperativo Valdostana ha finanziato le spese per la stampa serigrafica realizzata in otto colori su supporto in noce. I ciondoli saranno offerti a partire da 10 euro per la serie non numerata e da 25 euro per la serie numerata e firmata dall’autore.
Quest’anno inoltre verrà ristampato il ciondolo realizzato da Franco Balan nel 2002 e oggetto di continue richieste da parte dei collezionisti. Il contributo minimo previsto per questo oggetto è di 70 euro.
I ciondoli potranno essere acquistati nelle giornate di Fiera presso i banchi degli associati ASIV che espongono il logo e nei punti vendita dedicati.

 Collaborazione Sede regionale della RAI

 Nel padiglione di piazza Plouves, in apposito stand, troverà posto una rappresentanza della sede regionale della RAI per illustrare le innovazioni tecnologiche, multimediali e 3D dell’offerta RAI.

 Diretta radio su “RADIO PROPOSTA INBLU”
 Già dal 2010, Radio Proposta inBlu, segue la Fiera di Sant’Orso, così come numerosi altri eventi della tradizione valdostana, grazie a costanti investimenti sull’attrezzatura tecnologica.
Questo il programma di quest’anno: la prima diretta prevista è quella relativa al concerto di apertura presso la Chiesa di Sant’Orso a partire dalle ore 21:00.
Il primo giorno di fiera: tra le ore 8:30 e le ore 12:00 del mattino, una lunga diretta che vede da un lato, nel furgone regia mobile collocato presso il piazzale sotto il tiglio di Sant’Orso, la conduttrice Paola Borgnino in compagnia di numerosi ospiti pre-contattati e poi, in esterna, numerosi inviati, sparsi nel centro storico di Aosta. Alle ore 17,30 con un’anticipazione di una trentina di minuti, viene diffusa integralmente la Messa solenne dedicata agli artigiani, dalla Chiesa di Sant’Orso.
La seconda giornata di fiera, nella fascia mattutina, ripete gli orari  e la formula di quella del primo giorno espositivo.

  Per ogni informazione supplementare, consultare lo spazio dedicato nella homepage della Regione www.regione.vda.it.
 

© ImpresaVda Template by Netbe siti web