23 settembre 2014

Le segnalazioni per chi fa #impresa di #SPIN2


segnala due iniziative di sicuro interesse per chi fa impresa: la prima è destinata ad imprenditori, ricercatori e tecnici interessati ad approfondire le attività dei gruppi di ricerca attivi presso il Polo tecnologico di Verrès e a conoscere alcuni servizi innovativi destinati alle imprese; la seconda iniziativa è una visita tecnica destinata unicamente alle imprese.

1.      Il Politecnico di Torino - Sede di Verrès in collaborazione con l'Assessorato Attività produttive, Energia e Politiche del lavoro, Vallée d'Aoste Structure e Sportello Promozione Innovazione e Internazionalizzazione SPIN2 - Servizio associato fra la Camera valdostana delle imprese e delle professioni e Unioncamere Piemonte presentano il 30 settembre la giornata Porte aperte dedicata alle seguenti tematiche:
·         Seminario Eurotraning - Nuove Tecnologie per la Meccatronica e la Robotica
·         Offerta del Polo tecnologico di Verrès 


2.      ASP, AMMA, Confindustria Piemonte, e Camera di commercio di Torino in collaborazione con Sportello Promozione Innovazione e Internazionalizzazione Spin2 organizzano una Visita Tecnica al CERN di Ginevra, Venerdì 10 Ottobre.
Sono stati riservati sull'autobus 6 posti per le imprese valdostane (un unico rappresentate per impresa), l'iscrizione alla visita tecnica avverrà sulla base dell'ordine cronologico di presentazione delle domande, nei limiti dei posti disponibili; le richieste eccedenti saranno comunque inserite in elenco e soddisfatte in caso di rinunce.
La partecipazione è gratuita, previa iscrizione da effettuarsi entro il 30 settembre;

Tutti i dettagli logistici, il programma e le modalità di iscrizione sono reperibili sul sito della Chambre.  

Il Consorzio Trait d'Union ricerca personale



Il Consorzio di cooperative sociali Trait d’Union ricerca personale da assumere a tempo pieno e part-time nel campo dei servizi di assistenza ad anziani e affini.

Il Trait d’Union si è, infatti, aggiudicato l’appalto per i servizi di assistenza agli anziani e affini della Comunità montana Grand-Paradis. Per 36 mesi dovrà gestire le microcomunità di Arvier e Cogne, preparare i pasti destinati alle scuole di Cogne e garantire il servizio di pulizia presso le microcomunità di Introd e Saint-Pierre e alcuni locali del Comune di Saint-Pierre.

Le figure professionali ricercate sono operatrici socio sanitarie (OSS).

Le candidature per la selezione del personale si riceveranno fino al 30 settembre 2014 nella sede del Consorzio Trait d’Union, in via Monte Pasubio 26/A ad Aosta.

Il Consorzio di Cooperative Trait d’Union ha vinto il bando di gara con un ribasso del 13,51% pari ad un importo offerto di 3.383.411,55 euro sui 3.912.000,00 euro messi a bando dalla Comunità Montana Gran Paradis, per la durata di tre anni.

L’inizio del servizio sarà definito dalla Comunità montana Grand Paradis che ne darà informazione al Consorzio Trait d’Union come previsto dal bando di gara. 

#Tecnocasa: Il mercato dei #Mutui in Valle d'#Aosta (1° trimestre 2014)


Anche per il primo trimestre 2014 l'Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha analizzato nel dettaglio l'andamento dei finanziamenti finalizzati all'acquisto dell'abitazione concessi alle famiglie residenti sul territorio regionale. L'analisi fa riferimento al Bollettino Statistico II-2014, pubblicato da Banca d'Italia nel mese di Luglio 2014.

ITALIA
Nel primo trimestre 2014 le famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 5.210,7 milioni di euro. Rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente si registra una variazione delle erogazioni pari a +5,3%, per un controvalore di 260,8 milioni di euro. La fotografia indica una ripresa dell'erogazione del credito concesso alle famiglie, in controtendenza rispetto al -7,5% registrato nel quarto trimestre 2013 e al -6,9% del terzo trimestre 2013.

REGIONE VALLE D'AOSTA
Nel primo trimestre 2014 le famiglie in Valle D'Aosta hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 17,1 milioni di euro, che collocano la regione al 18° posto per totale erogato in Italia, con un'incidenza dello 0,33%. Rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente si registra una variazione delle erogazioni in regione pari a +37,5%, per un controvalore di +4,7 milioni di euro.

Guardando all'andamento delle erogazioni sui 12 mesi, e analizzando quindi i volumi da Aprile 2013 a Marzo 2014, la regione Valle D'Aosta mostra una variazione positiva delle erogazioni pari a 2,9%, per un controvalore di +1,6 mln di euro. Sono dunque stati erogati in questi ultimi dodici mesi 57,1 mln di euro, volumi che rappresentano lo 0,26% del totale erogato in Italia.

CONCLUSIONI
Il mercato del credito è complessivamente ancora in contrazione, ma ci sono segnali di una moderata ripresa verso una situazione di maggiore stabilità. Fra le note che inducono a un rinnovato ottimismo c’è l’aumento della domanda di mutui da parte delle famiglie, segno di una crescente fiducia rispetto alle prospettive future. Ciononostante, bisognerà attendere i prossimi mesi per capire se la crescita della domanda comporterà una nuova fase di dinamismo degli istituti di credito, che continueranno comunque a prestare particolare attenzione al rischio di credito.

22 settembre 2014

#Credito: 28 milioni di finanziamenti dalla #BCCValdostana per #Famiglie, #Agricoltori e #PMI

Da sinistra Marco Linty e Maurizio Barnabé

«Fino ad ora il problema non è stata l’offerta di credito, ma la domanda. Tuttavia in questi ultimi mesi abbiamo registrato alcuni lievi segnali di ripresa. Tra il primo semestre 2014 e il secondo le pratiche prima casa sono passate da 22 a 66 per un importo che è cresciuto da 2,7 a 9 milioni di euro». Marco Linty, presidente della BCC valdostana è ottimista. Con il direttore Maurizio Barnabé questa mattina, presso la sala conferenze della sede centrale dell’istituto di credito, ha presentato un nuovo strumento di credito a favore della comunità valdostana, destinato in particolare al credito al consumo delle famiglie, agli anticipi per i contributi agricoli e agli investimenti delle piccole e medie imprese e dei professionisti valdostani. Si tratta di 28 milioni, suddivisi in tre plafond di 9,3, ottenuti dall'aggiudicazione dell'asta della Banca centrale europea.

 «Un pacchetto di prestiti della durata massima di quattro anni – ha spiegato Barnabé – che avranno la forma di sovvenzioni a scadenze rinnovabili, mutui chirografari con garanzie Confidi e linee di credito che saranno erogati ad un tasso compreso tra il 2,22 e il 3 per cento. Sono esclusi purtroppo i mutui per l'acquisto delle abitazioni. Ci tengo a dire che la nostra banca ha fatto tutto il possibile intendendo utilizzare l'intero pacchetto di finanziamento di cui aveva il diritto e ha deciso di farlo quando ancora non era stato annunciato l’ulteriore abbassamento del tasso d’interesse da parte della BCE».

La speranza dei promotori è che lo sforzo della BCC sia colto in particolare dai Confidi che con le loro garanzie possono permettere un ulteriore calo dei costi dell’istituto e fare in modo che la forbice del tasso di interesse si abbassi. Uno sforzo significativo di presentarsi come Banca di sistema vicina al territorio come del resto è nella vocazione del credito cooperativo. «In questi ultimi due anni abbiamo cambiato la logica di affidamento - sottolinea ancora Barnabé -. Non si possono guardare soltanto i dati di bilancio delle imprese degli ultimi tre anni. Vogliamo che gli imprenditori si dotino di un business plan alla mano e ci spieghino che cosa vogliono fare del loro futuro». 

Ovviamente nella richiesta dei finanziamenti sarà data priorità ai soci della Bcc: 8908 al 12 settembre con l’obiettivo dichiarato di quota 9000 per fine anno.

20 settembre 2014

Vota il miglior #imprenditore #valdostano del 2014! Scegli tra i magnifici 15 selezionati da #ImpresaVda


Per il settimo anno ti propongo di individuare con me l’imprenditore valdostano dell'anno.
La prima edizione è stata vinta dallo scomparso Piero Enrietti (Thermoplay) (qui puoi leggere come si era conclusa). La seconda è stata invece appannaggio di Gioachino Gobbi (Grivel). Poi finalmente è stato premiato il gentil sesso con Silvana Perucca (Hotel de Ville), i giovani hanno avuto in Oliviero Gobbi (Abc Company), allora presidente dei Giovani Industriali di Confindustria Valle d'Aosta, il loro portabandiera, dopodiché è toccato a Giusto Giovannetti (Centro Colture Sperimentali Aosta) ed infine nel 2013 è stata la volta addirittura ad un Under 30 Cristiano Revil di Hextra con 909 voti su 2607

Quest'anno si parte il 20 settembre e si termina il 21 dicembre per assegnare il famoso tatà di ImpresaVda, il miglior regalo di Natale per un imprenditore...


So di ripetermi, ma ci sono premesse che devo a chi scopre per la prima volta questo concorso. Nello spirito del blog come sempre sono compresi tutti i settori di impresa: dal turismo all’industria, fino all’agricoltura. Rimango fedele all'idea originaria di dare vita ad un piccolo riconoscimento, assolutamente simbolico, a favore di chi, secondo te che mi stai leggendo, è un buon esempio di imprenditore. Come sempre sono interessato al tuo parere sulle 15 nominations.


Il regolamento normalmente prevedeva che otto degli imprenditori proposti fossero già in gara nel 2013 e otto nuovi. Tuttavia vista la già sperimentata mutevolezza dell'attuale congiuntura economica avevo ipotizzato che soltanto con più di 100 voti la partecipazione al sondaggio sarebbe stata d'ufficio. Di qui la scelta di ridurre i nominativi del panel (da 16 a 15) e alcune esclusioni di chi comunque l'anno scorso aveva ben figurato. L'esempio più evidente è quello di Mauro Morandin. Quest'anno il suo nome non ricompare vista l'incognita dell'improvvisa chiusura dei due punti vendita di Aosta e Saint-Vincent. L'annuncio che campeggia sui negozi «Abbiamo deciso di rinnovarci. Ritorneremo presto più nuovi e più buoni» fa ben sperare ma in assenza di informazioni precise sul nuovo corso non mi pareva il caso di riproporre il nominativo. Voglio comunque confidare nel savoir faire dolciario e imprenditoriale del maître chocolatier e se il nuovo corso sarà brillante come gli auguro, l'anno prossimo farà sicuramente parte della gara. Confermata invece la regola che vuole che per un anno non sia della partita il vincitore dell'edizione passata e gli ultimi sette classificati. L'anno successivo potranno essere nuovamente nominati se, ovviamente, se lo saranno meritato.


Ogni nominativo è accompagnato dalla motivazione che mi ha spinto ad inserirlo tra i votabili.
Invito tutti ad esprimere le proprie preferenze a partire da te che proprio in questo momento sta leggendo questo post. Come sempre sono ben accetti i commenti (anche critici). 

Ed ora vota, vota, vota.

Ecco le 15 nominations. 

Giacomo Baravalle (MDPTech)
Polverizzare l'elettronica e andare alla conquista del mercato europeo a partire da quello tedesco. La start up incubata ad Aosta attiva nel settore dell'elettronica per veicoli industriali e macchine agricole forte dei suoi brevetti intende bruciare velocemente le tappe. La parola magica è «Itech» un sistema innovativo che estremizza il concetto di centralina elettronica riducendo al minimo i cablaggi merito anche di un'illustre partnership con l'Istituto italiano di tecnologia del professor De Marchi. 



Guido Bertolin  (Maison Bertolin)
Prosegue l’avventura famigliare per un’azienda che sia sul territorio nazionale che su quello internazionale sta diventando il vero ambasciatore del prodotto tipico valdostano con il suo lardo dop.  La Bertolin ha rivitalizzato il tessuto imprenditoriale di tutta Arnad e con il suo show room aziendale offre ai fortunati turisti la possibilità di una fooll immersion nell’enogastronomia valdostana a vantaggio di tutto il comparto agroalimentare.  

Leandro Bornaz (3D ad hoc solutions).
Uno degli ultimi lavori li ha portati in Argentina dove con i loro scanner hanno riprodotto l'intera metropolitana. L'azienda, nata da un gruppo di amici del Politecnico di Torino, si occupa infatti di geomatica, cioè progetta e realizza rilievi laser scanner in base alle esigenze dei clienti con un sistema particolarmente innovativo da loro ideato. Se il lavoro non si trova in patria fortunatamente per loro sono spalancate le porte del mondo.

Eleonora Charrère (Les Crêtes)
Passaggio di consegne e di nomination all'interno della famiglia Charrère. Costantino già da tempo ha ceduto lo scettro alle figlie Eleonora e Elena e ci è sembrato giusto riconoscerlo senza contare che quest'anno il sondaggio presentava la lacuna di avere pochi alfieri dell'imprenditoria femminile. Eleonora, per giunta da pochi mesi mamma (ancora tanti auguri!), ne è sicuramente un virtuoso esempio.

Luca Ciancetti (Podium enginering) 
E' uno dei magnifici sette di un'azienda nata nel maggio 2011 e ancora oggi under 30 attiva nel campo dell’automotive e dei prototipi ibridi sia di  vetture da competizione in esemplare unico che di  vetture da esposizione. La loro P4/5 ad esempio è la prima vettura ibrida ad aver concluso una 24 ore omologata dalla Fia un biglietto da visita che li ha proiettati in uno scenario importante con clienti che non possono essere neppure citati in virtù di vincolanti contratti di riservatezza.

Giusto Giovannetti (Centro Colture Sperimentali Aosta) 
Un business esponenziale. Dal 2006 l’azienda, che ha la sua sede a Quart, ha brevettato a livello europeo l’uso di «consorzi microbiologici della rizosfera per eliminazione di inquinanti da prodotti agricoli e diminuzione delle micotossine e dei nitrati da prodotti agricoli ed incremento di anti-ossidanti in prodotti agricoli». La Ccs produce micorrize, cioè un insieme di microorganismi che creano un’associazione simbiotica tra funghi e radici delle piante fondamentale per la crescita delle piante. La pianta risulta così più sana, più robusta, più resistente alle malattie, con frutti di aspetto migliore e qualità organolettiche superiori. Tutti coltivati senza sostanze tossiche. Mano a mano che l'Ue mette fuorilegge le sostanze chimiche l'avanzata dell'azienda valdostana si fa sempre più  inesorabile. 


Riccardo Jacquemod (La Sorgente)
Sempre più si parla di economia sociale di conseguenza non può mancare un rappresentante del mondo della cooperazione all'interno di questo sondaggio. Ed è giusto rendere merito a La Sorgente che ha fatto fronte ad un periodo difficile, segnato dalla crisi e dalla comparsa di nuovi soggetti provenienti da fuori valle piuttosto agguerriti, senza perdersi d'animo, non licenziando nessuno, e investendo in un bene come il Piccolo albergo di comunità che è indubbiamente  l'esempio più brillante di riconversione della forza lavoro della Cooperativa che si è aperta a settori nuovi come quelli della ristorazione e del turismo.

Marco Linty (BCC Valdostana)
Giustamente c'è chi ha detto non è un imprenditore ma un manager tuttavia la centralità della Bcc per il tessuto imprenditoriale valdostano è tale che questa nomination vuole anche essere un sostegno morale per la sfida che sicuramente, grazie alla sua competenza, sarà in grado di affrontare. Una motivazione che ha fato indubbiamente breccia visto che l'anno scorso Linty ha ha raggiunto la seconda piazza e quest'anno risulta inevitabilmente qualificato d'ufficio.

Corrado Neyroz (Hôtel Hermitage) 
Titolare dell’Hotel Hermitage di Cervinia,  in corsa l'anno scorso a livello mondiale addirittura per la presidenza dell'associazione «Relais & Château», marchio che dovunque nel mondo garantisce un’offerta di qualità altamente esclusiva. Albergo e ristorante sono fra gli alfieri della ricettività e del savoir faire enogastronomico della Valle d’Aosta nel mondo. E’ sufficiente un'occhiata al sito internet per trovare citazioni entusiaste su riviste di tutta Europa e non soltanto. 

Andrea Nicola (Dottor Nicola)
La sua linea cosmetica fortemente radicata sul territorio regionale attira l'attenzione di valdostani e turisti e può vantare un numero di partnership di elevata qualità. Inoltre la sua recente presenza a Eataly con «food for skin» è testimonianza di un modo moderno e innovativo di proporre prodotti caratterizzati da un alto valore aggiunto. Il 2015 inoltre ha in serbo una grossa novità che non potrà non essere notata a livello regionale.

Mattia Nicoletta (Le Potager de grand mère)
Abbandonare un posto pubblico per avviare un'attività imprenditoriale nel settore agricolo (nello specifico ortofrutticolo), come ha fatto Mattia,  è già un buon motivo per una nomination. Ma mi sembra anche giusto aggiungere che il brand «Le Potager de grand mère», in quel di Fénis,  dei fratelli Sergio e Mattia Nicoletta (nella nomination vogliamo comunque raggruppare entrambi), è una splendida testimonianza di come i giovani possano raccogliere e innovare il lavoro dei padri. 

Marcello Panizzi (Centrale laitière) 
Vinta la sfida imprenditoriale della Centrale del Latte di Gressan ora con il latte fresco, il latte Uht, lo yogurt e il formaggio Bleu d’Aoste non solo  si sta proponendo con successo in tutto il Nord Ovest  ma in questi ultimi anni ha sfondato nel mercato dell’Alta Savoia con un prodotto ad hoc. Si tratta del Bleu ai tre lati molto cremoso che in terra transalpina continua ad incontrare tantissimo i gusti dei locali consumatori. Una chiara dimostrazione di cosa significhi operare con competenza e professionalità in un mercato che per Panizzi, anche per storia famigliare, non ha più segreti. 


Nuova vincente (e anche avvincente) avventura imprenditoriale per l'imprenditrice valdostana che già vanta nel suo albo d'oro l'aver dato vita al brand internazionale Napapijri, ceduto agli americani all'apice del successo. Dopo une pausa di riflessione è tornata con un nuova sfida imprenditoriale che dalla Valle nuovamente guarda già al mondo. Dopo aver aperto il ristorante Björk Swedish Brasserie in Valle d’Aosta e il negozio Björk Side Store a Milano vuole dare vita ad una sorta di eataly della cucina svedese e nel mirino oltre a Milano (che da store diventerà anche ristorante) ha anche Zurigo e Parigi dove recentemente al salone del design della capitale francese il negozio milanese è stato selezionato come uno dei migliori 10 concept store internazionali.

Nicola Rosset (Saint-Roch)
Continua nei marosi della crisi a guidare con prudenza e competenza la Chambre Valdôtaine e nello stesso tempo la sua Saint-Roch continua a mietere successi a livello internazionale. Il mercato dei liquori non è proprio in grande spolvero, ma la Saint-Roch riesce a farsi rispettare tenendo alta la barra della qualità.

Pierapolo Valzolgher (Fastalp)
Portare la banda larga, Internet, telefonia e servizi innovativi in modo completamente alternativo agli operatori tradizionali. in particolare dove per i big delle telecomunicazioni non è conveniente arrivare. E' questo il business di Fastalp l'azienda fondata da Valzolgher (un passato in Fastweb) che attualmente si ritrova ad essere presente sul territorio di 67 comuni tra Valle d'Aosta e vicino canavese. Un numero di clienti che ogni anno cresce a due cifre. 

Tre tavoli di lavoro Giunta-Imprenditori: #sburocratizzazione, #credito e #occupazione.

Alcuni dei rappresentanti delle associazioni di categoria presenti all'incontro con la Giunta

Si è svolto nel pomeriggio di ieri, venerdì 19 settembre, l’incontro tra la Giunta regionale e le Associazioni imprenditoriali e i professionisti riuniti da Confindustria, per fare il punto sulla situazione economica e rispondere agli spunti presentati nel giugno scorso dai rappresentanti degli imprenditori per ridare slancio al sistema economico della Valle d’Aosta.

In questo lasso di tempo, il Governo regionale ha svolto incontri nei quali sono state fatte riflessioni tecniche e politiche per cercare di dare risposte concrete ai punti evidenziati nel documento presentato all’inizio dell’estate da associazioni e professionisti.

Nel corso dell’incontro il Presidente Augusto Rollandin e gli Assessori, in particolare Emily Rini (Educazione e Cultura) e Pierluigi Marquis (Attività Produttive), hanno evidenziato quanto già messo in campo per far fronte alle difficoltà di incontro tra mondo del lavoro e mondo della scuola, analizzando poi, punto per punto, il documento degli imprenditori.

La Giunta ha quindi dato la propria disponibilità a proseguire il dialogo e il confronto e da parte della portavoce degli imprenditori, Monica Pirovano (Confindustria), è stata avanzata la richiesta dell’istituzione di tre tavoli di lavoro attorno alle tre problematiche più urgenti: la sburocratizzazione, il credito e l’occupazione.

La proposta è stata accolta dal Governo regionale che aveva già evidenziato l’apertura a tavoli specifici di confronto. La prossima settimana sarà decisa la composizione dei gruppi di lavoro e la calendarizzazione degli incontri.

#Sondaggio miglior #ristorante e miglior #trattoria valdostana del 2014: The winner is...


Il Bjork di Quart e il Bar à Fromage di Cogne sono stati scelti dai visitatori di ImpresaVda rispettivamente come il miglior ristorante e la miglior trattoria valdostana del 2014. 

 I vincitori riceveranno in premio l'ormai noto stambecco-tatà in ceramica di Impresavda e potranno fregiarsi del logo di locale scelto dai lettori del blog.

Il sondaggio giunto alla sua quinta edizione (qui trovi il post che lo ha lanciato quest'anno con le motivazioni in base alle quali sono stati selezionati i locali) ha raccolto un discreto numero si suffragi. La swedish brasserie si è vista consegnare la vittoria con 210 voti su 618. Alle sue spalle, tra i ristoranti, Le Coq au Vin dello Chalet Eden Hotel di La Thuile con 125. Terza piazza per l'Ad Gallias di Bard, già vincitore dell'edizione 2011 che ha raccolto 71 suffragi.

Seguono a 51 voti Sur La Place di Aosta, a 42 la Locanda Belvedere di Courmayeur, a 39 Le Petit Restaurant dell'Hotel Bellevue di Cogne e a 30 il Café Quinson Vieux Bristot di Morgex.

Chiudono a 21 il Vecchio Ristoro da Alfio e Katia di Aosta, a 16 l'Hotel Hermitage La Chandelle di Cervinia e, infine, fanalino di coda il Village la Cassolette La Salle con 13.

Fra le trattorie vittoria di misura del già citato Bar à Fromage con 204  voti su 465. A davvero un'inezia La Vrille di Verrayes con 201 prefernze che a lungo è stata in corsa  per bissare la vittoria del 2012.

Molto staccati, ma non per questo meno meritevoli La Gruba di Gaby con 18, il Moulin des Aravis di Pontboset a 17, lo Grand Baou di Avise a 14 e La Reina di Pollein a 11.

Come dico sempre tutti locali selezionati meritano una visita. 

Fai il tour dei locali segnalati da ImpresaVda e fammi sapere come ti sei trovato...

19 settembre 2014

Approvata la nuova Carta degli aiuti regionali 2014-2020


La Commissione europea ha approvato nei giorni scorsi la nuova Carta italiana degli aiuti di Stato a finalità regionale per il periodo 2014-2020, che individua le zone considerate “svantaggiate” per le quali è possibile concedere i cosiddetti “aiuti a finalità regionale”, volti ad incoraggiare gli investimenti da parte delle imprese che vi sono insediate. Il documento va quindi a sostituire la previgente Carta approvata nel 2007 e scaduta il 30 giugno scorso.
«La nuova carta degli aiuti a finalità regionale dell'Italia promuove la politica di coesione dell'Ue, contribuendo all'obiettivo di erogare aiuti di Stato più mirati ed efficaci. La carta consentirà alle autorità italiane di utilizzare misure di aiuto ben concepite per promuovere gli investimenti e rilanciare la crescita economica nelle zone meno sviluppate nel periodo 2014-2020», ha dichiarato Joaquín Almunia, Vicepresidente della Commissione e Commissario responsabile per la Concorrenza, in occasione dell’approvazione della Carta.

L’articolo 107, paragrafo 3 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE) consente ai Paesi membri di concedere aiuti di Stato destinati a favorire lo sviluppo economico delle regioni meno sviluppate o con gravi livelli di sottoccupazione. Si tratta, in primo luogo, di regioni con un PIL pro capite inferiore al 75 per cento della media Ue.

In base al documento presentato dall'Italia, rientrano in questa prima categoria cinque Regioni (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), che saranno ammissibili agli aiuti a finalità regionale con un'intensità massima del 25 per cento per le grandi imprese (35 per cento per le medie e 45 per cento per le piccole).
Sempre ai sensi del Trattato, possono accedere ai contributi anche altre Regioni svantaggiate rispetto alla media nazionale (ma con un PIL pro capite superiore al 75 per cento della media europea), in cui sono ammesse intensità di aiuto pari al 10 per cento per le grandi imprese, 20 per cento per le medie e 30 per cento per le piccole. 

All'interno di questa seconda categoria (deroga ai sensi dell’art. 107.3.c del TFUE) che riguarda tutte le restanti Regioni italiane, nella nuova Carta, sono state individuate 25 zone del centro-nord, una delle quali interessa anche la Regione Valle d’Aosta.
L’individuazione di queste ultime zone è il risultato di un lungo negoziato nell’ambito della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Le Regioni hanno dovuto selezionare i territori da inserire nella mappatura sulla base di un plafond di popolazione assegnato dalla Commissione europea al Centro-Nord Italia,  pari a circa 3 milioni di abitanti (5,03 per cento della popolazione totale), ripartendosi tale plafond sulla base di criteri stabiliti dalla normativa europea.

A tal fine, hanno dovuto essere affrontate e risolte diverse criticità, dovute, in particolare, all'esiguità del numero di abitanti assegnato al nostro Stato, inferiore rispetto al reale fabbisogno, nonché all'applicazione dei nuovi criteri previsti per la selezione dei territori, più restrittivi e penalizzanti rispetto a quelli applicati in passato.
I risultati della ripartizione sono stati particolarmente favorevoli per la nostra Regione che, in un contesto di esiguità della popolazione attribuita all’Italia, ha ottenuto l’assegnazione di 25 mila abitanti, a fronte, tra l’altro, di un’assegnazione, nella precedente mappatura, notevolmente inferiore (8 mila abitanti circa).
Con questo risultato e attraverso il raggiungimento di un accordo con la Regione Piemonte, è stato possibile individuare un’area ammissibile agli aiuti a finalità regionale a cavallo delle due regioni, che va ad investire una grossa fetta del territorio valdostano, in specie del fondo valle, area in cui sono insediate la maggior parte delle imprese industriali. I Comuni interessati sono Pont-Saint-Martin, Donnas, Bard, Hône, Arnad, Lillianes, Issime, Verrès, Issogne, Champdepraz, Châtillon, Fénis, Saint-Marcel, Brissogne e Pollein. L’area individuata si pone in continuità con quella contemplata nella previgente Carta, con il vantaggio che la superficie complessiva del territorio attualmente inserito nella nuova mappa è notevolmente aumentata.

«E’ questo un ottimo risultato per la nostra Regione – dichiara il Presidente della Regione Augusto Rollandin -. In un contesto in cui le possibilità di concedere aiuti alle imprese sono sempre minori, aver ottenuto la possibilità di inserire nella mappatura un’area così vasta del nostro territorio, decisamente notevole se raffrontata alle aree individuate nelle altre Regioni del centro-nord, rappresenta il conseguimento di un importante obiettivo che si potrà tradurre in un’interessante opportunità per aiutare, nel prossimo futuro, le imprese valdostane».

L’Amministrazione regionale avrà la possibilità, utilizzando tale strumento, di istituire specifici regimi di aiuto per le imprese insediate o che vorranno insediarsi nei Comuni individuati. Le ricadute in termini di sostegno agli investimenti sul territorio valdostano non potranno, quindi, che essere positive.

Bilancio di sostenibilità per il #Parco nazionale Gran Paradiso


E' stato presentato martedì 16 settembre a Roma, nella sede del Parco Regionale dell'Appia Antica, il bilancio di sostenibilità del Parco Nazionale Gran Paradiso, strumento di rendicontazione innovativo, finalizzato a misurare e comunicare i risultati ed effetti delle attività svolte dall'Ente.

In particolare, per il Parco, sono stati definiti tre ambiti: Conservazione e valorizzazione del patrimonio naturale, storico-culturale e del paesaggio, Fruizione sostenibile del parco e diffusione della consapevolezza ambientale e Promozione dello sviluppo economico e sociale delle comunità locali.

Il bilancio offre quindi una base informativa completa, chiara ed esaustiva per verificare la coerenza di scelte e attività con le finalità istituzionali e per valutare la performance complessiva dell'Ente, integrando le dimensioni sociale, ambientale ed economica. Questo documento costituisce inoltre l'occasione per rendere conto in modo trasparente dell'efficienza nell'uso delle risorse pubbliche, in una fase di particolare criticità in cui le pubbliche amministrazioni sono chiamate ad una maggiore responsabilità e oculatezza.

«Il Bilancio di Sostenibilità è un risultato importante per l'Ente Parco, che testimonia la volontà dei suoi organi direttivi di evidenziare, con assoluta trasparenza, quanto è stato realizzato dal Parco a favore della conservazione della biodiversità e per lo sviluppo sostenibile del suo territorio. spiega il Presidente Italo Cerise - Questo bilancio, ricco di informazioni sul Parco e sulle sue attività, costituisce un punto di riferimento preciso per proseguire un percorso virtuoso di dialogo con il territorio intrapreso da alcuni decenni. Il Parco vuole essere sempre più vicino alla gente e proseguire sulla strada difficile e impegnativa di saper coniugare sviluppo e conservazione».

L'auspicio è che il Bilancio di sostenibilità consenta a tutti di conoscere meglio e condividere l'impegno del Parco per raggiungere i suoi obiettivi sul piano della conservazione della natura, della fruizione e per lo sviluppo economico e sociale delle comunità locali.

Il documento integrale è disponibile sul sito del Parco, all'interno della sezione sostenibilità, in cui sono riassunti in versione web contenuti e risultati dello strumento.

Il Bilancio, la cui redazione è stata decisa dal Consiglio Direttivo dell'Ente in occasione del novantesimo anniversario dell'istituzione del Parco, è stato realizzato in collaborazione con Federparchi. Alla presentazione di Roma erano presenti, oltre al Presidente del Parco Cerise ed al Direttore Michele Ottino, anche il Presidente di Federparchi Giampiero Sammuri e Cristiana Rogate della società Refe che ha predisposto il bilancio insieme all'Ente Parco.

Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (266): Incarico per Gestione #Rifiuti

PRESIDENZA DELLA REGIONE

Acquisti servizi e forniture
La Giunta ha approvato il documento programmatico dedicato agli acquisti di servizi e forniture, con caratteristiche standardizzabili, da acquisire attraverso convenzioni quadro della Centrale unica di committenza per il 2014 e per il primo trimestre 2015, come previsto dalla convenzione tra Regione, Enti locali e CUC.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Modifica convenzione Vallée d’Aoste Structure
La Giunta ha dato parere favorevole a due schede operazione che prevedono una modifica della convenzione con Vallée d’Aoste Structure, per la realizzazione di interventi di riconversione produttiva, nelle aree Espace Aosta e ex Illsa Viola di Pont-Saint-Martin.


TERRITORIO E AMBIENTE

Incarico per Piano di gestione dei rifiuti
Il Governo regionale ha approvato l’avvio della procedura volta al conferimento di un incarico di collaborazione di alta qualificazione per la predisposizione dell’adeguamento del Piano regionale di gestione dei rifiuti, approvato dal Consiglio regionale.

TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI

Booking online
La Giunta ha dato parere favorevole alla convenzione tra la Regione, Federalberghi e l’Adava per l’utilizzo della piattaforma di booking online sui cui già opera l’associazione nazionale degli albergatori.

18 settembre 2014

Piccolo albergo di comunità: presentato un ricco programma di eventi


Riccardo Jacquemod, presidente della Cooperativa La Sorgente, Maria Grazia Vacchina, Ranzie Mensah e il fisioterapista Paolo Bosonetto venerdì scorso hanno illustrato con abile gioco di squadra il programma degli eventi PAC, acronimo sotto le cui spoglie si cela Il Piccolo Albergo diComunità della Cooperativa Sociale "La Sorgente", che comprende il ristorante "Intrecci", una sala riunione, un bar, delle terrazze, dei giardini per il gioco dei bambini, uno spazio famiglia, delle camere per ospitare le persone anziane, e quelle che necessitano di un sostegno temporaneo. 

Mensah ha inquadrato l’obiettivo dell’iniziativa: «Il Piccolo Albergo di Comunità vuole essere un luogo d'incontro e di ospitalità per tutte le fasce d'étà. Con questo scopo, propone una serie di eventi e di attività come "L'Arbre à Palabres", il "Progetto Salute”, "Cenando con lo scrittore" e serate per promuovere l'intercultura come "Argentina Sotto le Stelle", l’evento più prossimo, "Intercultura a Tavola" e altre serate a tema. In questa logica il ristorante "intrecci" propone dei menu a tema, con prodotti freschi e creativi a prezzi abbordabili per gli amanti della cucina e dello star bene».

I presenti hanno spiegato come queste attività offrano momenti di confronto, di dibattito e di condivisione su argomenti di attualità inerenti la famiglia, il lavoratore e l'individuo, in una atmosfera di convivialità. ”Palabrer" in francese significa "discutere", “parlare”. «Discutere di un pensiero e condividerlo con altri è sempre stata la roccaforte delle relazioni umane e del progresso della collettività. Questa collettività oggi abbraccia tutta l'umanità e non più solo i confini di un villaggio o di una nazione. La globalizzazione impone a tutti di avere una visione che trascende i limiti delle nostre frontiere geografiche e le nostre mentalità». Riflessioni a partire dalle quali Vacchina, forte del suo passato a livello internazionale nel settore della difesa civica, non ha mancato di ricordare come i popoli africani proprio sotto il grande albero «cerchino di dirimere le questioni alla ricerca della vera equità. Che non è sempre quella dei tribunali». A Bosonetto poi il compito di concretizzare come il Piccolo Albergo di Comunità voglia essere «un luogo dove corpo, mente e spirito trovino casa».

Proponiamo il programma delle attività fino alla fine dell’anno


Sabato 20 settembre, alle 19.30, «Argentina sotto le stelle» - cena con
ASADO, curato da CIACIO, empanadas e TANGO dall'Associazione SpazioTango.

Giovedi 2 ottobre, alle 19, «Progetto Salute», con Luciano Sblendorio, specialista in chirurgia toracica. Tema: Tumore al seno: è ancora valido lo screening mammografico?

Venerdi 17 ottobre, alle 19.30, «Cenando con lo scrittore». Serata con Tijana Djerkovic (Serbia). Scrittrice e autrice del romanzo «Inclini all'amore».

Venerdi 24 ottobre, alle 18,  «L'arbre a palabres» (Seconda edizione) Albero
Castagna con Ilaria Caprioglio (Savona - ex top model, avvocatessa, scrittrice).
Tema: «Senza limiti - Generazioni in fuga dal tempo». Presentazione del libro.
Seguito dalla cena albero castagna

Mercoledi 5 novembre, alle 19,  «Progetto Salute» con Stefano Papandrea, Chirurgo Ortopedico; Dott. Nicolas Vallet, Podologo. Tema: Le patologie dell'avampiede: alluce valgo, dita a martello e la
metatarsalgia. Quadro clinico, diagnosi e terapia.

Venerdi 28 novembre, alle 18, «L'arbre a palabres» (seconda edizione) Albero Cipresso con Cristina Scalambra (Varese, formatrice). Tema: «Genitori = Facilìtatori. Imparare a crescere insieme». Seguita dalla cena albero cipresso

Venerdi 5 dicembre, alle 19 30, «Cenando con lo scrittore» serata con Arben Dedja (Albania). Scrittrice e autrice di «Amputazioni prolungate».

Venerdi 12 dicembre, alle 19, «Progetto salute», Marco Paonessa, Fisioterapista, Osteopata. Tema: Osteopatia: gravidanza, neonati, bambini.

Sabato 13 dicembre, alle 19.30, Serata Cioccolato con animazione dal vivo

17 settembre 2014

La Piccola #Industria della Valle d'#Aosta ha ospitato i colleghi del #Piemonte


La Piccola Industria di Confindustria Valle d’Aosta ha ospitato il 10 settembre scorso il Comitato Piccola Industria del Piemonte, presieduto da Carlo Robiglio, che ha visitato alcune centrali di CVA S.p.A.

A fare gli onori di casa è stato il Presidente del Comitato valdostano, Giancarlo Giachino che ha dichiarato «Il Comitato Piccola Industria del Piemonte, al quale partecipiamo come invitati, è itinerante e per noi è stato un vero piacere poter ospitare i nostri colleghi e fargli conoscere CVA, che costituisce una realtà produttiva unica e significativa per la nostra Valle».

A presentare CVA il direttore generale, Paolo Giachino, che ha accompagnato gli imprenditori piemontesi alla centrale idroelettrica di Avise, alimentata dalla diga di Beauregard. La visita guidata è proseguita alla centrale di Champagne 2 del 1938, che è stata oggetto del completo rifacimento elettrico e meccanico, e si conclusa alla centrale di Champagne 1, costruita nel 1921, vero e proprio monumento industriale della Belle Epoque, impreziosita al suo interno da decorazioni e motivi architettonici.

Il Comitato della Piccola del Piemonte ha quindi tenuto la sua consueta riunione presso l’Hotel Meridiana di Saint-Pierre, ospitati dai colleghi valdostani che hanno offerto un buffet di a base di prodotti enogastronomici locali e hanno consegnato come ricordo della visita in Valle un cofanetto regalo di Génépy Artemisia Glacialis, offerto dalla Distilleria Saint-Roch.

16 settembre 2014

Agenzia delle #Dogane e #ChambreValdôtaine contro la #contraffazione


Il Presidente della Chambre Valdôtaine, Nicola Rosset ed il Direttore dell’Agenzia delle Dogane di Aosta, Biagina Rilievi, hanno siglato oggi un accordo di collaborazione tra i due Enti finalizzato alla tutela della leale concorrenza tra imprese e dei consumatori.


Il Protocollo d’Intesa nasce dalla consapevolezza che il fenomeno della contraffazione e dell’immissione sul mercato di prodotti non conformi ai requisiti essenziali di sicurezza incide in modo significativo sul mercato con gravi danni economici che subiscono le imprese, che subisce lo Stato per mancati introiti fiscali, che subiscono i consumatori con l’acquisto di prodotti contraffatti, che derivano dai costi sociali del lavoro nero e dell’ immigrazione clandestina e che derivano da costi di ordine pubblico.

La collaborazione avrà ad oggetto una mirata attività preventiva ed ispettiva in materia di sicurezza prodotti, importati ed esportati, soggetti a vincoli di conformità, oltre a favorire l’acquisizione e lo scambio tra i soggetti firmatari di dati ed informazioni attinenti alle attività commerciali e alle realtà imprenditoriali del territorio. A tale scopo Chambre e Agenzia delle Dogane potranno predisporre un piano comune di ispezioni individuando le priorità di intervento e rafforzando ulteriormente le strategie per la lotta alla contraffazione con particolare attenzione anche alle merci in entrata alle frontiere.

  «L’attività di controllo rappresenta solamente una parte del lavoro che ci piacerebbe portare avanti insieme spiegano il Presidente della Chambre Nicola Rosset ed il Direttore dell’Agenzia delle Dogane di Aosta Biagina Rilievi – In un momento di difficoltà come quello attuale cercare di ottimizzare le risorse che i diversi soggetti hanno a disposizione è di fondamentale importanza. Obiettivo dell’accordo sarà quindi anche quello di migliorare il livello di informazione nei confronti delle imprese e presso i consumatori promuovendo sempre più la cultura della legalità e della salute. E’ da questi aspetti che riteniamo necessario partire per poter fare in modo che siano le stesse imprese ed i consumatori a darci una mano nel tutelare i loro interessi».

#Confidi Agricoltori: nuovo strumento contro la crisi di liquidità


Al fine di contrastare la delicata situazione di liquidità delle aziende agricole valdostane, in attesa dell’erogazione dei benefici economici relativi alle indennità compensative e ai pagamenti agroambientali per l’anno 2014, Il Confidi agricoltori ha ritenuto opportuno lavorare per l’allestimento di un prodotto di anticipazione dedicato alla categoria.

Grazie alla rinnovata sinergia tra l’Assessorato regionale all’Agricoltura, la Coldiretti Valle d’Aosta e il Confidi Agricoltori della Valle d’Aosta, nonché alla disponibilità dell’AREA VdA e alla collaborazione degli Istituti bancari convenzionati, si è in grado di mettere a disposizione delle imprese agricole valdostane un prodotto specifico con garanzia fideiussoria del Confidi Agricoltori all’80% finalizzato ad agevolare l’ottenimento di affidamenti bancari - anticipo dei contributi.

Tale iniziativa, prevede una riduzione dei costi di gestione e garanzia previsti dal Confidi Agricoltori e una maggiore rapidità nell’istruttoria da parte degli Istituti Bancari con applicazione dei tassi agevolati previsti nelle diverse convenzioni.

Per informazioni dettagliate sulle modalità di adesione e sulle banche convenzionate:
CONFIDI AGRICOLTORI DELLA VALLE D’AOSTA
Reg. Borgnalle. 10/L (2° piano) – Aosta
Tel. 0165 31614 – Fax 0165 232808 – info@confidiagricoltori.com

15 settembre 2014

Prezzi, concorrenza, efficienza ambientale: le risposte di #Telcha



Del progetto di teleriscaldamento della città di Aosta, realizzato da TELCHA, molto si è scritto in questi giorni. L'azienda ritiene che ci siano state delle inesattezze che richiedono una risposta adeguata per fare chiarezza. Di qui la nota che trovi qui sotto. 

Tema dell’efficienza ambientale
La centrale di teleriscaldamento di Aosta riconosciuta e premiata a livello europeo attraverso il POR-FESR  2007-2013 delibera n.906/2013 per l’alta efficienza e il basso impatto ambientale, sarà completata nel corso del 2015 secondo uno sviluppo programmato razionale e condiviso con gli Enti preposti al controllo dell’utilizzo dei fondi europei, per rispondere alle necessità energetiche della rete di distribuzione mano a mano che i cittadini di Aosta aderiranno alla proposta e decideranno di allacciarsi.

La centrale, ad assetto cogenerativo, a gas naturale (metano) con recupero di calore dal circuito di raffreddamento della Cogne, consentirà a regime, di non immettere nell’atmosfera oltre 30.000 Tonnellate di COgrazie al risparmio di circa 10.000 Tonnellate di petrolio equivalenti all’anno.

Questo sarà fattibile, grazie alla possibilità di spegnere in città centinaia di caldaie condominiali per oltre il 30% ancora funzionanti a gasolio, spesso vetuste e non mantenute a dovere, spostando la produzione termica all’esterno della città con tecnologie d’eccellenza per l’abbattimento delle emissioni, costantemente monitorate dalla Regione.

Il teleriscaldamento è riconosciuto a livello internazionale, europeo, italiano e in tutti i piani di sviluppo sostenibile, come uno dei sistemi tecnologici più efficienti e meno impattanti per il riscaldamento delle città. Integrando la tecnologia del teleriscaldamento all’eliminazione del gasolio e agli interventi di recupero del patrimonio edilizio, volti alla riduzione delle dispersioni (sostituzione infissi, cappotti termici, valvole termostatiche ecc..) sarà possibile ottenere risultati importanti di miglioramento della qualità dell’aria delle nostre città.

Tema della concorrenza
Come molti Aostani hanno potuto verificare, durante le assemblee condominiali in cui devono decidere di sostituire la vecchia caldaia, l’offerta Telcha è valutata da ciascun condomino, messa in concorrenza con altre offerte di altri operatori e le assemblee deliberano liberamente la soluzione ritenuta migliore.

Esiste quindi una pluralità d’offerte e di soluzioni tecnologiche per riscaldare casa e il teleriscaldamento rappresenta un’opportunità in concorrenza con molte altre proposte, come anche dimostrato dalla recente indagine condotta dall’Autorità per la Concorrenza e il Mercato AGCM IC46 - SETTORE DEL TELERISCALDAMENTO del 05/03/2014 che ha accertato non esistere in Italia alcun abuso di posizione e di distorsione del mercato che non è quindi monopolistico.

Tema dei prezzi
I contratti di Telcha e i prezzi applicati sono stati discussi e verificati più volte con le Associazioni dei Consumatori, per essere certi di adottare la chiarezza e la trasparenza dei contenuti che è giusto pretendere da un servizio di interesse pubblico, ancorché privato.

Con lo stesso obiettivo si stanno esaminando con l’Amministrazione Comunale e Regionale i vari contratti di adesione degli immobili pubblici, per garantire la convenienza economica, tecnica e gestionale che è prevista dalla legge.

Il progetto TELCHA per il teleriscaldamento della città di Aosta è un progetto infrastrutturale di grande respiro che, avendo un obiettivo temporale di lunga durata, mira a costruire negli anni un rapporto di fiducia con la cittadinanza basato su trasparenza, correttezza e qualità del servizio.

In quest’ottica TELCHA invita tutti i cittadini a stimolare i propri amministratori a informarsi sull’offerta e a venire negli uffici di via Xavier de Maistre, 6 ad Aosta per richiedere ogni informazione e chiarire ogni dubbio.


A conferma della correttezza e della solidità del progetto in corso, TELCHA conferma l’avviamento del servizi di fornitura per le zone già raggiunte dalla rete di distribuzione per l’inizio della stagione termica 2014/2015, il prossimo mese di ottobre.

Oli essenziali per la #salute e il #benessere

Scadono oggi le domande di adesione al convegno “Oli essenziali per la salute e il benessere” che si svolgerà venerdì 3 ottobre, al Salone congressi del Comune di Saint-Vincent organizzato dall’Azienda Agricola Montiflor di Vai Bruna di Champorcher (AO), produttore e trasformatore di piante officinali nel settore della cosmetica e dell’erboristeria, dallo Studio di Naturopatia tradizionale di Silvana Piotti di Aosta, libero professionista che esercita le discipline olistiche della naturopatia quali iridologia, floriterapia, fitoterapia, alimentazione e nutrizione ortomolecolare, reflessologia plantare, e dall’Associazione Genesis di Luserna San Giovanni (TO), associazione di ricerche e scienze umane con finalità di favorire lo studio, la ricerca e la diffusione delle discipline che concorrono al benessere psico-fisico della persona.

L’iniziativa patrocinata dall’Assessorato agricoltura e risorse naturali della Regione Autonoma Valle d’Aosta, dal Comune di Saint-Vincent e dall’Associazione Insaintvincent, prevede la partecipazione di esperti italiani ed internazionali che affronteranno gli aspetti ambientali, fitoterapici, cosmetologici-estetici, salutistici degli oli essenziali e le loro molteplici proprietà (antimicrobiche, immunostimolanti ed antinfiammatorie); tra i relatori sarà presente Pierre Franchomme, il padre dell'aromaterapia scientifica, colui che ha dato la nozione di chemiotipo per la classificazione degli oli essenziali.



La quota di partecipazione al convegno è di 90 euro comprensiva del ticket lunch per il pranzo che prevede la scelta tra piatti a km zero, vegetariani e vini valdostani e di 10 euro per la quota annuale all’Associazione Genesis.


Le iscrizioni dovranno pervenire iscrizioni a mail: info@associazione-genesis.it o via fax 0121.900005.

14 settembre 2014

#Fitch rivede l’outlook da negativo a stabile della Regione autonoma Valle d’#Aosta


L'agenzia Fitch Ratings ha confermato il rating della Regione Valle d’Aosta al livello 'A' e 'F1', migliorando l’outlook, ossia le prospettive future inserite nel giudizio di rating, da “negativo” a “stabile”. 

«La revisione delle prospettive della Regione - sottolinea l’Assessore al bilancio, finanze e patrimonio, Ego Perron - è coerente con la migliorata valutazione da parte dell’Agenzia della situazione dello Stato italiano. Si tratta di un giudizio autorevole sul futuro, che indica come la recessione sia forse entrata nella fase finale e quanto le condizioni di finanziamento dello Stato italiano siano sensibilmente migliorate. Ampia soddisfazione quindi per la Valle d'Aosta che continua a mantenere un rating di 2 notches superiore a quello nazionale. Un risultato reso possibile dal combinarsi della flessibilità dei bilanci regionali, seppur in riduzione per effetto delle manovre per il concorso della spesa imposte dallo Stato, e dell’autonomia costituzionalmente garantita».

#Apicoltura: miglioramento produzione e commercializzazione


L’Assessorato dell’agricoltura e risorse naturali informa gli apicoltori che sino a venerdì 10 ottobre 2014 è possibile presentare le domande di contributo relative alle azioni dirette a migliorare le condizioni della produzione e commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura, previste dal Regolamento (CE) n. 1234/2007, per la campagna 2014-2015.

Le domande devono essere presentate all’Ufficio apicoltura dell’Assessorato, in località Grande Charrière 66 a Saint-Christophe (orario: martedì e giovedì dalle 9 alle 14, altri giorni su appuntamento telefonando ai numeri 0165.275297/0165.275298). Per ogni ulteriore informazione si invitano gli interessati a consultare il sito della Regione oppure a contattare telefonicamente l’Ufficio.
Si ricorda che le spese per le azioni ammesse potranno essere effettuate in seguito a specifica comunicazione da parte degli uffici dell’Assessorato e dovranno essere completate entro il 31 agosto 2015, mentre gli aiuti saranno erogati ai beneficiari dall’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (AGEA) a partire dal 15 ottobre 2015.

13 settembre 2014

Dove andrà lo stambecco tatà di #ImpresaVda? Decidilo con il tuo voto!


Carissimo visitatore. Hai ancora sette giorni per dire la tua in merito al sondaggio per stabilire quale sia il miglior ristorante e la miglior trattoria valdostana del 2014. 

Se tra i ristoranti tutto sembra già deciso, ma questi concorsi proprio sul finale rivelano un dinamismo inaspettato, merito spesso del passaparola, tra gli agriturismi le distanze in termini di suffragi lasciano l'esito ancora aperto.

Il suggerimento come sempre è di votare, votare, votare e anche - perché no? - far votare.



Gli stambecchi-tatà, realizzati dalla Derby legno Ceramica di Villeneuve di Ermanno Bonomi per ImpresaVda, si preparano ad un nuovo viaggio... 

12 settembre 2014

#PSR 2007-2013: Affrettati a fare domanda per ammodernare la tua azienda agricola!


L’Assessorato dell’agricoltura e risorse naturali comunica che, nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013, sono aperti i termini per accedere alla nuova misura 121 Ammodernamento delle aziende agricole.

La misura 121 prevede aiuti per l’ammontare di 2 milioni 215 mila euro, cofinanziati dall’Unione Europea, dallo Stato e dalla Regione, nell’ambito delle seguenti quattro azioni:
  • Azione a): acquisto beni immobili (fabbricati aziendali) e investimenti su attrezzatura per produzione primaria e commercializzazione e trasformazione dei prodotti aziendali (800 mila euro);
  • Azione b): interventi di sistemazione e miglioramento fondiario nei settori viticolo, frutticolo (compresi i piccoli frutti) e delle piante officinali (550 mila euro);
  • Azione c): acquisto di macchinari e attrezzi agricoli (635 mila euro);
  • Azione d): energie rinnovabili in agricoltura nei limiti del consumo aziendale (230 mila euro).
Le scadenze per presentare le domande relative alle singole azioni oggetto di contributo sono mercoledì 15 ottobre 2014 per l’azione b) e venerdì 31 ottobre 2014 per le azioni a), c) e d). I bandi e la modulistica sono scaricabili sul sito della regione e disponibili nei rispettivi uffici, come di seguito indicato:
  • Azione a) - presentazione delle domande entro le ore 14 di venerdì 31 ottobre 2014 all'Ufficio fabbricati rurali, località Grande Charrière 66, Saint-Christophe. Per informazioni: 0165.275338-0165.275403.
  • Azione b) - presentazione delle domande entro le ore 12 di mercoledì 15 ottobre 2014 all'Ufficio produzioni vegetali, località Grande Charrière 66, Saint-Christophe. Per informazioni: 0165.275212-0165.275416.
  • Azione c) - presentazione delle domande entro le ore 14 di venerdì 31 ottobre 2014 all'Ufficio servizi zootecnici, attrezzi agricoli/U.M.A., località Grande Charrière 66, Saint-Christophe, oppure agli uffici periferici di Pont-Saint-Martin, Châtillon e Morgex. Per informazioni: 0165.275368-0165.275372.
  • Azione d) - presentazione delle domande entro le ore 14 di venerdì 31 ottobre 2014 all'Ufficio pianificazione territoriale, località Grande Charrière 66, Saint-Christophe. Per informazioni: 0165.275232-0165.275403.
Orari degli uffici per la presentazione delle domande:

  • uffici in località Grande Charrière a Saint-Christophe: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12, martedì e giovedì dalle 9 alle 14, altri orari su appuntamento da concordare con gli uffici;
  • uffici periferici (solo per l’azione c): Pont-Saint-Martin lunedì e giovedì dalle 9 alle 14; Châtillon lunedì e mercoledì dalle 9 alle 14; Morgex venerdì dalle 9 alle 14.

Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (265): Rete #wi-fi regionale

PRESIDENZA DELLA REGIONE

Rete wi-fi regionale
La Giunta regionale ha approvato le modalità di accesso e di utilizzo della rete wi-fi regionale, per il collegamento ad internet da parte di residenti e turisti sul territorio della Valle d’Aosta.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Contributi imprese
Sono stati concessi contributi a favore di imprese industriali e artigiane e al Consorzio artigiani e piccole imprese, per un totale di 488mila euro, che saranno erogati attraverso l’utilizzo delle risorse finanziarie del fondo di dotazione della gestione speciale presso la Finaosta.


OPERE PUBBLICHE, DIFESA DEL SUOLO E EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Emergenza abitativa
La Giunta ha concesso al Comune di Aosta un contributo di 382mila euro per la copertura dell’80 per cento del canone di locazione e delle spese accessorie, sostenute fino al 30 settembre 2014, per locare alloggi privati assegnati a nuclei familiari riconosciuti in emergenza abitativa.


TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI

Guida turistica
E’ stata deliberata l’organizzazione di un corso di abilitazione per l’esercizio della professione di guida turistica, da tenersi nell’autunno-inverno 2014/2015, con 30 posti disponibili.

Trasporto pubblico

E’ stata decisa l’erogazione, alle società di trasporto pubblico locale con autobus, della quota rimborsata dallo Stato, pari a 97mila euro, relativa alla copertura per l’anno 2009 della totalità dei maggiori oneri derivanti dal rinnovo dei contratti collettivi nazionali di lavoro.

11 settembre 2014

Semestrale #Passadore: 10,7 milioni di utile


Il Consiglio di Amministrazione della Banca Passadore & C. S.p.A. ha approvato la situazione dei conti al 30 giugno 2014.

Anche nel primo semestre del corrente esercizio i dati della Banca registrano un rilevante sviluppo dell’ operatività nonostante il contesto economico ancora recessivo.

In particolare:

- i finanziamenti alla clientela - a conferma del persistente sostegno alle famiglie ed alle imprese - crescono a 1 miliardo e 438 milioni di euro, con un significativo incremento del 15% rispetto alla stessa data dell’anno precedente; il rapporto sofferenze nette/impieghi, nonostante il deteriorato quadro congiunturale, si riduce dallo 0,62% allo 0,56% confermandosi come percentuale tra le più basse del sistema; l’indice di copertura delle sofferenze è pari al 68%, in aumento rispetto all’anno precedente;

- la raccolta diretta cresce a 1 miliardo e 870 milioni di euro (+15%);

- i titoli della clientela in deposito salgono a 4 miliardi e 81 milioni (+10%).

L’ utile netto semestrale ammonta a 10,799 milioni di euro, con un aumento del 53% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; tale notevole incremento è da attribuire, oltre che allo sviluppo operativo, anche a proventi non ricorrenti derivanti dal realizzo di plusvalenze a valere sul portafoglio titoli di proprietà della Banca, costituito pressoché esclusivamente da Titoli di Stato.

Il nuovo indice di bilancio stabilito dalla normativa “Basilea 3” e atto a misurare la solidità e la stabilità patrimoniale della Banca, denominato “CET1 (Common Equity Tier 1) ratio”, al 30 giugno 2014 si attesta al 13%, valore tra i più alti del sistema.

Sotto il profilo gestionale, cresce oltre le previsioni formulate nel piano strategico triennale l’apporto delle filiali e agenzie di più recente apertura, che hanno ad oggi esteso la presenza della Banca in 7 Regioni (tra cui la Valle d'Aosta) con 22 punti operativi; in particolare è imminente il definitivo allestimento della Filiale di Roma nei nuovi prestigiosi locali di Piazza Montecitorio. Prosegue inoltre con successo il collocamento della CARTAConto, che per le proprie caratteristiche tecnologiche ha incontrato un notevole gradimento soprattutto presso la clientela più giovane.

La #concorrenza nell'Unione Europea: stati e imprese


Si svolgerà il 19 e il 20 settembre, presso il Complesso congressuale e cinematografico di Courmayeur, il XXVIII Convegno di studio su Unione europea: concorrenza tra imprese e concorrenza tra stati.

L’iniziativa è promossa congiuntamente dalla Fondazione Centro Nazionale di Prevenzione e Difesa Sociale di Milano e dalla Fondazione Courmayeur Mont Blanc.

Le regole dell’Unione Europea, a garanzia della genuinità della concorrenza fra imprese, vietano che uno Stato europeo fornisca aiuti, direttamente o tramite enti o società nei quali abbia una qualche influenza, ad un’impresa nazionale in modo da porla in condizioni di vantaggio nei confronti di imprese concorrenti nello stesso o in altri Paesi dell’Unione.

Tuttavia, in casi eccezionali, possono essere ammesse deroghe in casi tassativamente elencati come, ad esempio, per la tutela ambientale o per la necessità di perseguire l’interesse generale o la lotta alla disoccupazione; tema particolarmente complesso e denso di criticità nel contesto della crisi.

La situazione, invece, muta sensibilmente con riferimento al diritto dei mercati finanziari e in particolare al diritto societario. Infatti, in queste aree di regolazione il processo di armonizzazione è incompleto; soprattutto dopo il caso Centros, in cui la Corte di Giustizia ha dichiarato legittima l’incorporazione di una società anche in uno stato diverso da quello dove l’impresa viene esercitata, la concorrenza regolatoria, in particolare per la possibilità di utilizzare schemi societari più efficaci nel garantire il controllo, assume una dimensione rilevante e con molteplici profili di criticità.

Il Convegno intende portare un primo contributo alla discussione e, con riferimento ad entrambe le aree problematiche prima indicate, si pone un interrogativo di fondo: libertà di concorrenza o concorrenza ineguale?

L’agenda del Convegno prevede, nella giornata di venerdì 19 settembre, dopo i saluti, la relazione generale del professor Mario Libertini, ordinario di diritto commerciale nell’Università Sapienza di Roma. Si terranno, in seguito, due sessioni, la prima su Libertà di concorrenza e antitrust, la seconda su Modelli societari, disciplina della crisi e concorrenza tra ordinamenti. Nella mattinata di sabato 20 settembre è in programma una Tavola rotonda su Concorrenza tra imprese e concorrenza tra ordinamenti. Ḕ prevista, infine, la sessione conclusiva su L’OPA: dalla XIII Direttiva in Italia al dibattito sulla riforma, presieduta dal professor Paolo Montalenti, ordinario di diritto commerciale nell’Università degli Studi di Torino. Il Convegno vede la partecipazione di illustri relatori, studiosi e rappresentanti delle Istituzioni ed è accreditato ai fini della formazione professionale continua degli avvocati e dei dottori commercialisti.

Le iscrizioni si effettuano on-line.


Thallosjet #peouv2014


Concludo la mia serie di post dedicati a diffondere alcuni dei contenuti resi noti il 19 giugno a Pont-Saint-Martin, in occasione della Giornata Pépinières Ouvertes 2014.

Qui sotto trovi le slides di Thallosjet, start up incubata in Valle d'Aosta, e di cui questo blog come sempre si è già occupato, fra le protagoniste della tavola rotonda del pomeriggio.

Non posso ora che augurarmi un Pépinières Overtes 2015...



10 settembre 2014

Rete del #riuso e della #riparazione


La Regione Autonoma Valle d’Aosta ha approvato la realizzazione di un Programma triennale per la riduzione e la prevenzione dei rifiuti 2011-2013 (DGR n. 1695 del 15 luglio 2011). Nell’ambito di tale Programma è stato sottoscritto un Accordo volontario tra l’Assessorato territorio e ambiente e le Associazioni di categoria dei commercianti e degli artigiani (Ascom-Confcommercio VdA, Confartigianato, Associazione Artigiani VdA, l’A.V.C.U.) 

L’obiettivo di tale Accordo è l’allungamento della durata della vita di beni durevoli e semidurevoli, altrimenti destinati a diventare rifiuti, attraverso la creazione di una rete del riuso e della riparazione. 

A questo fine i commercianti e gli artigiani che riparano beni o vendono beni usati o offrono servizi di noleggio saranno inseriti in un elenco che verrà pubblicizzato sul sito istituzionale della Regione Valle d’Aosta e sarà loro fornita gratuitamente una vetrofania di riconoscimento da applicare nella sede dell’ esercizio commerciale aderente. Si tratta quindi di un’ottima opportunità di promozione epubblicità gratuitadei servizi offerti dagli operatori delle diverse attività operanti sul territorio.

Per saperne di più vai sul sito della Regione.



 

© ImpresaVda Template by Netbe siti web