27 novembre 2014

Le parole della Pirovano



Le associazioni di categoria, come già negli anni passati, hanno incontrato la Giunta regionale. Monica Pirovano, presidente di Confindustria Valle d'Aosta, ne ha parlato a margine della conferenza stampa di presentazione dei risultati della 132esima indagine congiuturale sull'industria metalmeccanica italiana di Federmeccanica dal titolo "UNITI per il rilancio dell'industria - Conferenze in tutto il Paese, un unico messaggio".

Ad illustrarli Dario Giovanetto, delegato di Federmeccanica per la Valle d'Aosta e titolare dell'Aosta Servizi Generali, che ho invitato il 5 dicembre come ospite a ImpresaVda motivo per cui accenno molto brevemente ai dati presentati dall'indagine riservandomi in quella sede di approfondirli. In estrema sintesi se il dato della produzione è preoccupante, qualche segnale proviene dall'occupazione. Su tutto il messaggio di ottimismo di Giovanetto: «Molte imprese soffrono ma non vogliono deprimersi. Vogliamo andare avanti, l'industria metalmeccanica c'è ed è pronta a fare la sua parte».

Tornando alle parole della Pirovano sull'incontro il pensiero è stato molto chiaro: «Ci rendiamo conto che le risorse sono in diminuzione. Abbiamo però chiesto che siano ripartite meglio. Soprattutto le spese correnti non sono state tagliate come quelle industriali. Basta guardare alle spese istituzionali: 350mila euro a fronte di 14,5 milioni complessivi ci sembra un po' poco. Per la carità è comunque positivo che si sia iniziato. In merito alle leggi di finanziamento riteniamo che visto il ridursi delle risorse ce ne sono troppe. Meglio farne una sola su industria e artigianato dove far convergere tutta la somma». 

Parole di estremo buon senso. Che richiedono prima di tutto alla parte politica che si indirizzino le somme in alcune direzioni precise, sapendo che ci saranno degli scontenti. E posso capire quanto sia difficile, ma in una logica di servizio si deve cercare in coscienza di individuare un'ipotesi di sviluppo per questa nostra regione. Secondariamente semplificare dal punto di vista legislativo significa anche semplificare dal punto di vista amministrativo. Implica una riduzione dei profili dirigenziali. Altro tassello delicato. E' complesso e ostico. Sarei disonesto se non lo scrivessi. Se fossi al posto di uno qualunque degli assessori probabilmente sarei paralizzato da uno scenario economico così devastante. Tuttavia da qualche parte si deve cominciare...

26 novembre 2014

Venerdì 28 novembre Leo Vuillermoz (#Monrail) ospite a #Impresavda su #RadioPropostainBlu


Carissimo visitatore, dopodomani, Venerdì 28 novembre, puntata numero 171 di ImpresaVda, alle 9,30, su Radio Proposta in Blu. 

Il programma come già negli anni passati è realizzato in collaborazione con la Chambre Valdôtaine, con il coinvolgimento anche quest'anno dello sportello europeo di supporto alle imprese «Enterprise Europe Network».

Ti aspetto allora Venerdì 28 novembre, sempre alle 9,30.  Avrò come ospite Leo Vuillermoz della Monrail, società specializzata nella costruzione di monorotaie e non solo.

Nel frattempo ti segnalo che qui puoi trovare l'intervista a Eva Priod, delegata femminile di Coldiretti. L'intervista è stata pubblicata questa settimana sul Corriere della Valle.

Ti ricordo che il programma è in diretta per cui puoi intervenire sia telefonicamente (0165 - 44575) sia via mail diretta@radiopropostainblu.it).

Come sempre ti chiedo di scrivere nell'oggetto della mail «ImpresaVda» in modo che io possa capire subito se si tratta di un lettore del blog.


Puoi naturalmente anche lasciare messaggi direttamente su ImpresaVda, possibilmente prima della trasmissione. Di che genere? E' molto semplice: domande sui temi trattati e suggerimenti sugli argomenti da trattare o gli ospiti da invitare.


Se non conosci ancora la radio ti ricordo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.

Buon ascolto. 

25 novembre 2014

#Fondimpresa & #UNIVDA



Siccome un blog è pure un diario è giusto annotarvi anche le mie attività. Come qualcuno avrà notato sono stato moderatore venerdì scorso al pomeriggio organizzato da Fondimpresa.  Come sempre è stata una positiva occasione per conoscere realtà al di fuori dei confini regionali e devo ringraziare tutti i relatori per averci aiutato a riflettere su un tema delicato come quello della formazione che come si diceva nel titolo è software per il territorio e password per il lavoro.

In particolare sono rimasto colpito dalla capacità degli amici di Bolzano di far seguire all'analisi l'azione. Sembra semplice ma non lo è.

Ieri pomeriggio. Con una toccata e fuga. Sono stato ospite dell'amico Carmine Garzia che mi ha chiesto di parlare di imprese ai suoi studenti di Economia Aziendale a Saint-Christophe. Come altre volte ho cercato di far parlare le storie degli imprenditori. ImpresaVda ne raccoglie tante. Mi auguro siano di ispirazione.

“Eureka!Funziona!“

Il kit

I Giovani Imprenditori e la Piccola Industria di Confindustria Valle d’Aosta e Federmeccanica hanno proposto alle Scuole Primarie della Valle d‘Aosta di aderire alla terza edizione del progetto sperimentale “Eureka!Funziona!“, promosso a livello nazionale e patrocinato dal MIUR.

Il progetto, rivolto alle terze, quarte e quinte classi, intende proporre un’esperienza di creatività e conoscenza, di sperimentazione, scoperta e autoapprendimento, portando gli studenti a utilizzare in modo creativo alcune delle conoscenze acquisite in ambito disciplinare.

L’idea nasce da una sperimentazione iniziata nel 2003, nelle scuole primarie finlandesi e quest’anno coinvolgerà oltre che la Valle d’Aosta, anche le città di Ancona, Bari-Barletta, Belluno, Bergamo, Bologna, Brescia, Como, Cuneo, Firenze, Lecco, Lucca, Milano, Monza, Padova, Pesaro-Urbino, Reggio Emilia, Roma e provincia, Torino, Treviso e Vicenza.

Solo in Valle d’Aosta sono coinvolti più di 300 bambini suddivisi in una ventina di classi. Lo scopo della gara è far costruire ai bambini un giocattolo mobile con il materiale, che trovano nel kit fornito da Confindustria; ciascun gruppo di bambini terrà un diario sul lavoro svolto e realizzerà una pubblicità del giocattolo utilizzando materiale di loro scelta. Il tema che è scelto quest’anno è il magnetismo: il kit è composto dai pezzi necessari per poter progettare e costruire un giocattolo che per muoversi utilizzi magneti, dischetti e
pannelli.

Tutte le scuole, che hanno aderito, riceveranno il materiale in contemporanea OGGI 25 NOVEMBRE alle 17  presso Confindustria Valle d’Aosta. 

Entro aprile del prossimo anno anche in Valle d’Aosta si terrà la finale regionale (cd “gara tecnologica per piccoli inventori”). Alla fine verranno premiati i gruppi vincitori: 1 gruppo per le terze, 1 per le quarte e 1 per
le quinte. Il progetto offre l’opportunità di utilizzare “l’invenzione” come uno strumento per imparare, ponendo a disposizione degli alunni uno spazio reale in cui mettere alla prova la loro creatività e capacità di innovazione.

I bambini possono trarre ispirazione, per l’invenzione e la preparazione del giocattolo, dalla loro vita quotidiana, attivando capacità di osservazione e analisi del funzionamento degli oggetti che li circondano. Essi progetteranno, testeranno i materiali e collaboreranno nell'ambito del gruppo raggiungendo i necessari compromessi, al fine di creare la loro opera.

Tutto il processo di realizzazione del giocattolo, del diario e della pubblicità richiede di applicare le conoscenze di matematica, italiano, arte e immagine e di attivare abilità manuali.
Il processo di invenzione è efficace quando il gruppo progetta e crea in autonomia. Gli insegnanti supporteranno il lavoro dei bambini assicurandosi che strumenti adeguati siano a disposizione; il ruolo dell’insegnante è volto a incoraggiare i bambini e a rassicurarli sulla bontà della loro idea progettuale. Un supporto allo sviluppo del progetto può essere dato dal docente ponendo domande che facilitino l’individuazione di possibili idee e soluzioni da parte degli stessi alunni.

I Giovani Imprenditori e la Piccola Industria di Confindustria Valle d’Aosta e Federmeccanica credono che questa sia un’esperienza ideale sia per i bambini, sia per le bambine, utile a sostenere l’apprendimento e l’insegnamento in un contesto in cui esperimento, immaginazione, emozioni, autostima, conoscenze e abilità hanno tutte la medesima importanza e assicurano la gioia nell’imparare.

In ultimo il giorno 15 maggio 2015 a Roma Federmeccanica organizzerà un evento nazionale a cui parteciperanno le classi quinte vincitrici della gara territoriale.

24 novembre 2014

Gli imprenditori valdostani si raccontano...all'Università


Domani, martedì 25 novembre, alle 18, presso la sede di Saint-Christophe dell’Università della Valle d’Aosta in loc. Grand Chemin 73/75, si svolgerà il primo incontro di una serie di tre conferenze sul mondo imprenditoriale valdostano proposte da Alumni, l’associazione dei laureati dell'Università della Valle d'Aosta.

Piero Roullet dell'Hotel Bellevue di Cogne e Ferruccio Truchet dell'Hotel Pavillon di Courmayeur racconteranno l'evoluzione dell'imprenditoria alberghiera in Valle d'Aosta e, attraverso il racconto delle loro esperienze, offriranno al pubblico la possibilità di approfondire gli aspetti più interessanti di due percorsi di aziende di successo.

Moderatrice della conferenza sarà la prof.ssa Chiara Mauri, professore ordinario di Marketing e Direttrice del Dipartimento di Scienze Economiche e Politiche dell'Univda.

Parteciperanno inoltre Fabiola Pernechele, Vice presidente dell'Associazione Alumni e Maria Silvia Peronetto, consigliere Alumni. 

L'iniziativa è aperta a tutti gli studenti, ai soci Alumni e a quanti sono interessati a conoscere le attività dell'associazione, a cui sarà possibile iscriversi durante la conferenza. 

Mercato immobiliare (3): i #mutui in Valle d'#Aosta

L'andamento dei mutui rilevato dall'Ufficio studi del Gruppo Tecnocasa. Si tratta dei dati già diffusi circa un mese fa. Qui compare un'analisi che però fa ben sperare.

Nel secondo trimestre 2014 le famiglie in Valle D'Aosta hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 13,3 milioni di euro, che collocano la regione al 19° posto per totale erogato in Italia, con un'incidenza dello 0,21%. Rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente si registra una variazione delle erogazioni in regione pari a +3,1%, per un controvalore di +0,4 milioni di euro.

Guardando all'andamento delle erogazioni sui 12 mesi e analizzando quindi i volumi da Luglio 2013 a Giugno 2014, la regione Valle D'Aosta mostra una variazione negativa delle erogazioni pari a -4,6%, per un controvalore di -2,5 mln di euro. Sono dunque stati erogati in questi ultimi dodici mesi 51,9 mln di euro, volumi che rappresentano lo 0,24% del totale erogato in Italia.

CONCLUSIONI
Secondo Tecnocasa è presto per stabilire se la criticità e la fase discendente del mercato siano alle spalle, ma certamente ci sono delle note che inducono ad un rinnovato ottimismo. La domanda di mutui da parte delle famiglie è in crescita ormai da un anno e la Banca Centrale Europea sta operando per sostenere l’erogazione del credito. Gli istituti di credito, da parte loro, presteranno sempre particolare attenzione al rischio di credito e i clienti dovranno dimostrare una buona capacità di risparmio ed una situazione economica stabile.

21 novembre 2014

Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (274): Tecniche artigianali


ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Tecniche artigianali
E’ stato approvato il bando, rivolto ai maestri artigiani, per l’organizzazione di percorsi di formazione pratica sulle tecniche artigianali di tradizione (“botteghe-scuola”), da realizzarsi nel biennio 2015/2016. Le risorse stanziate per tale iniziativa ammontano a 200mila euro.

ISTRUZIONE E CULTURA

Scuola digitale
Nell’ambito del Piano Giovani, di concerto con l’Assessorato delle politiche del lavoro, è stata decisa la realizzazione dell’iniziativa denominata Scuol@digitale, finalizzata al rafforzamento della didattica, nelle scuole secondarie di secondo grado, attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie.

FilmcommissionE’ stato concesso alla Fondazione Film Commission Vallée d’Aoste un ulteriore contributo di 154mila euro, per la realizzazione delle azioni indicate nel piano di intervento annuale 2014.



TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI

Vie francigene
In accordo con l’Assessorato dell’agricoltura, è stata deliberata l’adesione della Valle d’Aosta all’Associazione Europea delle Vie Francigene ed è stato adottato il protocollo d’intesa tra le Regioni che ne fanno parte, per un coordinamento delle azioni di promozione e di rilancio del percorso a scala internazionale. 

20 novembre 2014

#Rubriking: un'#app a misura d'impresa

A destra De Toma

Ti propongo l'intervista a Riccardo De Toma, vincitore con Rubriking della Start Cup Valle d’Aosta. DE TOMA è il Project Manager del team. 

Prima di tutto ci spieghi che cosa è rubriking?
Rubriking è un’innovativa rubrica di contatti generata in modo automatico attraverso un sistema di relazioni sicuro e garantito. La rubrica statica di vecchia generazione che tutti conosciamo lascia il posto alla versione più evoluta e dinamica delle address book. La rubrica diventa un contenitore accessibile ovunque da qualsiasi dispositivo ed integra poi un sistema di gestione degli eventi, quindi fiere, meeting e similari, permettendo di creare delle stanze virtuali sicure nelle quali poter trovare i contatti dell’evento  a cui si sta partecipando e potersi scambiare i biglietti da visita in maniera dinamica. In conclusione uno strumento multifunzionale che assolve alle esigenze tipiche delle aziende, dei professionisti, dei privati, in termini sia di mantenimento che di gestione dei propri contatti.

Come è nata questa idea?
L’idea è nata da una situazione pratica. Un giorno io mi trovavo di fronte ad un semaforo in macchina e nella corsia opposta c’era un'altra auto che attendeva come me il verde. Ad un certo punto io ho riconosciuto l’altro conducente e lui ha riconosciuto me in quanto si trattava di un mio ex-collega che non vedevo da diverso tempo, poi è arrivato il verde siamo allora partiti, e tutti e due abbiamo tentato di telefonarci. Io faccio il numero e mi risponde la classica voce numero inesistente, mentre a lui gli ha risposto un’altra persona che, combinazione, aveva memorizzato con il mio stesso nome. A quel punto mi è venuta l’illuminazione di creare una piattaforma di contatti sempre aggiornata. In questa maniera con Rubriking non sarebbe successo. Questa è la vera storia come si dice.

Dal punto di vista imprenditoriale è il vostro primo tentativo?
Non è proprio il primo. C’è stato un altro progetto che prendeva il nome da mia figlia Maia e che si chiamava Maiacod. Attraverso l’Università Microsoft è stata avvertita di questo progetto che era molto similare ad un altro che stavano già seguendo loro e tra virgolette ci hanno consigliato di chiuderlo di conseguenza è stata una grande esperienza rimasta in fase embrionale.

Siete un team caratterizzato da numerose professionalità…
Ho la fortuna di aver trovato tante persone professionalmente molto capaci tra l’altro sono tutti talenti estremamente eterogenei: dall’analista informatico allo sviluppatore da cantina, il classico nerd che sta attaccato al computer. Poi abbiamo un esperto marketing, un esperto societario, un grafico. Tra l’altro anche l’età è molto variegata: dal 50enne al ventenne fresco di scuola se non addirittura studente. La cosa bella è che per il momento stiamo lavorando tutti gratis e con passione nella speranza di realizzare questa impresa e a momenti arriverà il momento di chiudere questa prima fase e iniziare ad avere delle revenue e distribuire degli utili.

Avete collaborato anche con gli studenti del Politecnico di Verrès. Di cosa si è trattato?
In realtà stiamo ancora collaborando con loro in maniera molto attiva. Abbiamo infatti già organizzato con loro una joint venture, già testata con il Politecnico di Torino, ma che con questa realtà un po’ più piccola e quindi flessibile diventerà un sodalizio molto importante. Il progetto di collaborazione sta nascendo e crescendo insieme e consiste da parte nostra nel dare formazione agli studenti in ambito lavorativo in quanto la maggior parte di noi sono professionisti che hanno un lavoro e permettiamo perciò a loro di vedere un mondo alternativo a quello dello studio. Nel contempo per noi è importante in quanto usufruiamo di teste fresche e pensanti che non fanno mai male al progetto. L’obiettivo alla fine è quello di creare un polo universitario da mettere a disposizione anche delle altre imprese, soprattutto start up perché sono quelle che un po’ più sono attente e recettive da questo punto di vista. Comunque il tutto è ancora in fase di definizione, una parte degli studenti fanno già parte del team e stanno lavorando sul progetto. Presto faremo degli accordi un po’ più formali.

Quali sono i passi successivi della vostra idea imprenditoriale?  
Il prossimo primo passo sarà quello di insediarci nell’incubatore di Pont-Saint-Martin che è un incubatore messo a disposizione dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta proprio per quelle imprese che si definiscono start up in quanto hanno bisogno di più benzina e di aiuto da tutti. Il passaggio successivo, sempre facente parte dell’insediamento, è la costituzione della società vera e propria in quel modo saremo poi pronti a ricevere i primi grossi finanziamenti da capital angels o da imprenditori illuminati o semplicemente dai famigliari dopodichè il successivo sarà quello di uscire entro giugno con l’mvp che non è nient’altro che il prodotto con le funzionalità di base e quindi poi iniziare a scalare il più possibile e chissà dove si arriverà.

Come farete conoscere il vostro prodotto al mondo delle imprese?
Ci sono tantissime strategie. Ne proveremo diverse e quella che fallirà non ci butterà giù e ne seguiremo altre. L’idea per arrivare alle imprese è che nel momento in cui avremo conquistato una massa critica di utenti, dando gratuitamente il nostro servizio, e con il moltiplicarsi dei collegamenti tra gli utenti, il passaparola e quant’altro ci presenteremo ad eventi di settore presentando il prodotto e a questo punto le aziende saranno incentivate a presentarsi sulla piattaforma proprio perché allettate dal numero di clienti potenziali che la piattaforma presenta. Facebook, tanto per fare un esempio, ha cominciato offrendo un servizio gratuito agli utenti che piaceva e  poi raggiunta la massa critica elevata che tutti conosciamo è avvenuto che le aziende hanno iniziato a pensare che quella piattaforma poteva essere utilizzata dalle aziende per pubblicizzare i propri prodotti.

Come è stata l’esperienza della start cup Valle d’Aosta?
Stimolante in quanto abbiamo potuto misurarci e così capire se quello che stavamo facendo aveva un senso. Poi siccome abbiamo anche vinto ovviamente questo ha dato ulteriore linfa vitale al progetto.

Una novità da annunciare?
Stiamo per chiudere un finanziamento di circa 150mila euro da un finanziatore che al momento è ancora segreto e che sembra molto interessato.

Un sogno imprenditoriale da realizzare…
Se non avessimo dei sogni non andremmo da nessuna. Io e il mio co-founder Michele Roncaglione stiamo pensando di realizzare un’innovativa Olivetti, un’Olivetti del futuro nell’Aostavalley.

«Alle radici della #viticoltura di montagna: #ricerca e #innovazione»

L’Unità di ricerca VIT-INNOVA  con la partecipazione dell'Assessore alle Attività produttive, energia e politiche del lavoro Pierluigi Marquis presenta: «Alle radici della Viticoltura di montagna: ricerca e innovazione».

Il convegno si terrà venerdì 21 novembre, alle 10,30, all'Institut agricole regionale, Reg. La Rochère 1/A, ad Aosta.

Sono previsti gli interventi di Gianluca Macchi, direttore del Cervim, sul tema «Il progetto vit-innova ed i suoi sviluppi», di Giusto Giovannetti (amministratore delegato CCS Aosta Srl) su «Esperienze sull’uso di consorzi microbici nei vigneti», e dei professori Paola Bonfante (DiBios) su «Terroir e Microbiota per una viticoltura eroica» e Luigi Bavaresco (Università Cattolica) su «Fattori viticoli e resistenza alle malattie (della vite)».

19 novembre 2014

#Fondimpresa: la #Formazione nella realtà delle Regioni di confine


Fondimpresa Valle d'Aosta, ha organizzato un convegno dal titolo «La Formazione nella realtà delle Regioni di confine» che si terrà il 21 novembre, dalle 14.15, presso il Ristorante-Brasserie "La Gabella" a Jovençan, Hameau Le Clou n. 44.

La Tavola Rotonda sarà un'occasione di incontro e confronto su Fondimpresa e sul ruolo della formazione nelle regioni di confine. Saranno, infatti, presenti relatori delle territori Alto Adige, Sardegna e naturalmente la Valle d'Aosta con rappresentanti delle locali Fondimpresa e Confindustria. Io sarò presente in qualità di moderatore delle due tavole rotonde.

«Fare formazione – ha dichiarato il Presidente di Fondimpresa Valle d’Aosta, Franco Zurru - significa pensare al futuro e il fatto che abbiamo difficoltà a gestire il presente non ci esime dall’obbligo di guardare avanti. Questo convegno vuole essere un momento di discussione perché il futuro sarà il risultato del nostro modo di gestire il presente».

Il programma nel dettaglio prevede:

14,15: Registrazione partecipanti

14,45: Saluti - Franco Zurru, Presidente di Fondimpresa Valle d'Aosta

15,00: Prima Tavola rotonda: «Formazione: software per il territorio»
Enrico Valentinelli, Past President Assoimprenditori Alto Adige – Südtirol -
Alberto Scanu, Presidente Confindustria Sardegna - 
Monica Pirovano, Presidente Confindustria Valle d'Aosta

16,00: Break

16,15: Seconda tavola rotonda: «Formazione:password per il lavoro»
Paul Christanell, Vicepresidente Fondimpresa Alto Adige – Südtirol
Giannarita Mele, Vicepresidente Fondimpresa Sardegna 
Guido Corniolo, Vicepresidente Fondimpresa Valle d'Aosta

17,15: Consegna Borsa di studio

17,45: Conclusioni - Guido Corniolo, Vicepresidente Fondimpresa Valle d'Aosta

Moderatore: Fabrizio Favre.

Venerdì 21 novembre Eva Priod (#Coldiretti) ospite a #Impresavda su #RadioPropostainBlu


Carissimo visitatore, dopodomani, Venerdì 21 novembre, puntata numero 170 di ImpresaVda, alle 9,30, su Radio Proposta in Blu. 

Il programma come già negli anni passati è realizzato in collaborazione con la Chambre Valdôtaine, con il coinvolgimento anche quest'anno dello sportello europeo di supporto alle imprese «Enterprise Europe Network».

Ti aspetto allora Venerdì 21 novembre, sempre alle 9,30.  Avrò come ospite Eva Priod. delegata femminile di Coldiretti Valle d'Aosta.

Nel frattempo ti segnalo che qui puoi trovare l'intervista a Roger Tonetti, da poche settimane nominato Presidente di Vallée d'Aoste Structure.

Ti ricordo che il programma è in diretta per cui puoi intervenire sia telefonicamente (0165 - 44575) sia via mail diretta@radiopropostainblu.it).

Come sempre ti chiedo di scrivere nell'oggetto della mail «ImpresaVda» in modo che io possa capire subito se si tratta di un lettore del blog.


Puoi naturalmente anche lasciare messaggi direttamente su ImpresaVda, possibilmente prima della trasmissione. Di che genere? E' molto semplice: domande sui temi trattati e suggerimenti sugli argomenti da trattare o gli ospiti da invitare.


Se non conosci ancora la radio ti ricordo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.

Buon ascolto. 

18 novembre 2014

#Industria e #Agricoltura: sinergie per lo sviluppo economico in vista dell'#Expo2015


Grande successo di pubblico alla tavola rotonda “Industria e agricoltura: sinergie per lo sviluppo economico”, organizzata da Confindustria Valle d'Aosta, nell’ambito della XIII Settimana della Cultura d’Impresa che quest’anno aveva come tema Expo2015 “Nutrire il pianeta, sinergie per la vita”, che si è tenuta ad Aosta ieri pomeriggio.

Confindustria Valle d’Aosta ha coinvolto in questa iniziativa l’Institut Agricole Régional che gestisce un istituto professionale di eccellenza per il conseguimento del diploma di agrotecnico e ha un'attività di sperimentazione che viene effettuata anche mediante attività di produzione, conservazione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.

La manifestazione ha visto la presenza di imprese industriali e del settore agricolo, oltre che di rappresentanti delle Istituzioni, che hanno seguito gli interventi dell’Assessore regionale all’agricoltura e risorse naturali, Renzo Testolin, di Giuseppe Oriana, Delegato per i rapporti con i territori e con i sistemi delle imprese nel Comitato Speciale Expo 2015 di Confindustria, Alessandro Francoli, Amministratore dell'Azienda “La Torraccia del piantavigna”, Andrea Barmaz Direttore della ricerca e sperimentazione, ricercatore e insegnante dell'Istitut Agricole Régional e Stefano Di Francesco dell'azienda “Di Francesco-Gasperi Vino & Spiriti”, moderati dalla Presidente di Confindustria Valle d’Aosta Monica Pirovano.

L’evento ha rappresentato un momento di conoscenza e approfondimento di Expo e di cosa si può fare per valorizzare le nostre specificità e per attrarre visitatori ed avere delle ricadute positive sullo sviluppo del territorio.

Oriana ha raccontato la sua esperienza di Delegato dei Territori per il Comitato Expo 2015 che gli ha consentito di venire a contatto con tante realtà italiane ricche di tradizioni, culture, tipicità e specialità che
debitamente valorizzate possono dare un contributo allo sviluppo dei loro territori ed ha stimolato le imprese valdostane a lavorare insieme alle istituzioni individuando un tema che ci identifichi, puntando sulla comunicazione e sulla qualità dei prodotti.

Il contributo di Barmaz e Di Francesco ha permesso di mettere in rilievo quali sono le caratteristiche del settore vitivinicolo e lattiero-caseario valdostano, di quanto si è fatto e si sta facendo puntando su qualità e sperimentazione, a partire dalle proprietà salutari del resveratrolo contenuto nella buccia dell’uva, che è oggetto di una specifica ricerca dell’Institut Agricole Régional.

Francoli, infine, ha illustrato le difficoltà che incontrano i produttori vitivinicoli che hanno un segmento di mercato limitato e ha spiegato che l’uva è un frutto che viene utilizzato a 360 gradi, dalla produzione del vino, al consumo alimentare, alla distillazione, all’estrazione del prezioso olio di vinaccioli e, infine, come fertilizzante e combustibile e che è necessario uno sforzo da parte di tutti per garantire una conoscenza seria, corretta e scientifica di questo prodotto.

Il particolare interesse che ha suscitato il tema ha suggerito agli organizzatori di pianificare altre occasioni di
incontro. 

17 novembre 2014

«Strumenti per la gestione del #credito e per la gestione della crisi di impresa»


La Fédération des Coopératives Valdȏtaines organizza un Seminario sul tema “Strumenti per la gestione del credito e per la gestione della crisi di impresa”. Il seminario si svolgerà Venerdì 21 novembre, a partire dalle 9, nella Sala Conferenze della Fédération des Coopératives Valdȏtaines.

L’incontro è dedicato agli strumenti per la gestione del credito e della crisi d’impresa con riferimento alle
problematiche che le aziende incontrano quotidianamente sul fronte finanziario. Nell’attuale congiuntura finanziaria ottimizzare la gestione del credito commerciale e della liquidità aziendale costituisce sempre più un fattore strategico essenziale per la competitività e la continuità aziendale delle imprese cooperative.

La recente introduzione e diffusione nel nostro ordinamento di diverse soluzioni negoziali alla crisi di impresa rende indispensabile acquisire le conoscenze dei diversi strumenti di gestione del credito e delle diverse opportunità di supporto finanziario alla gestione aziendale.

IL PROGRAMMA:

Ore 9,00 – Registrazione e apertura dei lavori.
Saluti del Presidente della Fédération des Coopératives Valdȏtaines Luigi Cerise

Ore 9,30 – Le diverse opportunità di finanziamento e di supporto alla gestione della liquidità dell’impresa cooperativa. Relatore: Maurizio Barnabé, BCC Valdostana

Ore 10,15 – Contrastare crisi economica e stretta creditizia, il Factoring per le imprese valdostane.
Relatore: Marziano Bosio, Aosta Factor

Ore 11,00 – Lo strumento di garanzia e il sostegno finanziario delle Confidi.
Relatori: Secondino Marchetti, Confidi Valle d’Aosta, Alessandro Violante, Confidi CTS, e Roberto Ploner, Valfidi

16 novembre 2014

Energy Service COmpany ad #Aosta

La Chambre in collaborazione con SPIN2, Sportello promozione innovazione e internazionalizzazione - Servizio associato fra la Camera valdostana delle imprese e delle professioni e Unioncamere Piemonte, organizza il 26 novembre, alle 4.30, presso la Pépinière d'Entreprises di Aosta, un workshop dal titolo: «Le Energy Service COmpany».

L'incontro prevede l'intervento dell'Ingegner Francesco Belcastro, responsabile della Federazione Italiana per l'Uso Razionale dell'Energia (FIRE) che illustrerà il D.Lgs 102/2014 in recepimento della direttiva sull'efficienza energetica 2012/27/UE, per poi analizzare nello specifico le opportunità offerte dalle ESCO (Società di Servizi Energetici), sia come partner per una riqualificazione energetica, sia come strategia di riconversione imprenditoriale.

Verrà fatta una panoramica sui relativi incentivi a promozione dell'efficienza energetica e sul sistema di certificazione dei fornitori dei servizi energetici. Seguirà la testimonianza della Dott.ssa Deborah De Angelis con esempi pratici su come opera una ESCO nelle aziende e nella pubblica amministrazione. 

La partecipazione è libera, previa registrazione via mail all'indirizzo: sportellovda@pie.camcom.it  o telefonicamente allo 0165/573094, entro il 24 novembre 2014Le adesioni saranno raccolte secondo l'ordine di arrivo, fino ad esaurimento dei posti disponibili.
L'iniziativa si inserisce nel progetto a valere su Fondi di Perequazione "Promozione dell'efficienza energetica nel sistema imprenditoriale alpino: il corretto efficientamento energetico come vantaggio competitivo dell'impresa", attraverso il quale è stato inoltre promosso un Bando per l'erogazione di voucher a contributo della realizzazione di diagnosi energetiche a favore di imprese del settore alberghiero e manifatturiero.

Il Collegio dei Geometri di Aosta ha concesso l'accreditamento formativo ai propri iscritti.

14 novembre 2014

#Sephora e i giovani talenti della Valle d'#Aosta: Where Beauty Beats

Sephora si impegna in Valle d'Aosta per i giovani talenti, dando vita ad una curiosa iniziativa di comunicazione del brand e contemporanea valorizzazione del territorio.

Jean-Claude Chincheré, Luca e Zorzi ed Elvio Caria avranno la possibilità di presentare al pubblico valdostano tre piccoli lavori liberamente ispirati ai temi della bellezza e del colore e dal formato specifico, per ritmo e durata, di un breve spot pubblicitario. L’iniziativa, denominata “Where Beauty Beats”, nasce da una collaborazione fra Film Commission Vallée d’Aoste, che si è incaricata di selezionare attraverso la precedente esperienza di AlpLabLoc i tre giovani filmmaker, e Sephora, l’importante marchio internazionale legato ai profumi e alla cosmesi che ha fornito il supporto economico necessario all’organizzazione dell’evento.

Nello specifico, ALPLABDOC è un laboratorio cinematografico, destinato agli studenti delle scuole superiori di Liceo Classico, Artistico e Musicale di Aosta diplomati nell’anno scolastico 2012-2013, finalizzato alla produzione di documentari su tematiche legate alla storia, alla tradizione e al territorio valdostano.

Lo scopo dell’associazione è quello di fornire agli studenti gli strumenti di base per affrontare e superare le diverse fasi della costruzione di un contenuto audiovisivo: scrittura del soggetto, stesura di una sceneggiatura, preparazione di un piano di lavoro, realizzazione delle sequenze video insieme al montaggio e post-produzione con l’obiettivo di realizzare un documentario completo.

La giornata sarà suddivisa in due importanti momenti:

PRESENTAZIONE E PREMIAZIONE –
Durante la mattinata verranno presentati alla stampa i tre cortometraggi realizzati. Una giuria di professionisti decreterà il vincitore. Sephora si impegna come sponsor, a garantirne un contributo per una formazione di approfondimento in collaborazione con Film Commission.

WHERE BEAUTY BEATS PARTY –
Il 18 novembre presso il Beauty Store Sephora in via De Tillier 57/59, dalle 17.30 alle 19.30, potrai incontrare i 3 giovani film maker e visionare i tre cortometraggi Where Beauty Beats. Per l’occasione speciale, tutti i clienti ed i visitatori riceveranno l’elegante bag di Natale Sephora, fino ad esaurimento scorte e potranno beneficiare di un esclusivo servizio catering.

Sistemi #Aeromobili a #Pilotaggio Remoto (#SAPR): focus sugli aspetti tecnologici, normativi ed applicazioni pratiche dei #droni

SPIN2, Sportello promozione innovazione e internazionalizzazione - Servizio associato fra la Camera valdostana delle imprese e delle professioni e Unioncamere Piemonte, organizza il 20 novembre, alle 14.30, presso la Pépinière d'Entreprises di Aosta, una tavola rotonda dal titolo: "SAPR - Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto. Focus sugli aspetti tecnologici, normativi ed applicazioni pratiche".

La tavola rotonda prevede l'intervento dell'Ingegner Carmine Cifaldi, Direttore Regolazione Navigabilità ENAC, che presenterà le novità introdotte dal Regolamento ENAC. Seguirà un intervento della Professoressa Fulvia Quagliotti, Politecnico di Torino, DIMEAS -Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale, che farà un'ampia panoramica sulle diverse applicazione dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto, anche attraverso esempi di ricerca e analisi di aspetti applicativi e normativi (analisi del rischio), oltre ad affrontare la problematica dell'addestramento piloti con un focus sull'utilizzo di un simulatore di volo.
Seguiranno testimonianze di imprese ed enti, operanti in Valle d'Aosta, che illustreranno i possibili campi applicativi quali: structural survey, utilizzo Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto nel monitoraggio del territorio e nella protezione civile, utilizzo di piattaforme APR per il monitoraggio degli ecosistemi fluviali e monitoraggio ambientale.

La partecipazione è libera, previa registrazione via mail all'indirizzo: sportellovda@pie.camcom.it o telefonicamente allo 0165/573094, entro il 18 novembre.
Le adesioni saranno raccolte secondo l'ordine di arrivo, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

L'iniziativa si inserisce nelle attività di animazione territoriale di carattere economico, finanziate dalla Regione Autonoma Valle d'Aosta nell'ambito del Programma Operativo FESR Competitività Regionale 2007/2013.

L'Ordine degli Ingegneri ha concesso l'accreditamento formativo ai propri iscritti.





A

Delibere di Giunta - Segnalazioni per le imprese (273): Acquisto treni bimodali

PRESIDENZA DELLA REGIONE

Ricorso contro Noy Ambiente 
E’ stata deliberata la costituzione della Regione contro il giudizio promosso, con ricorso, da Noy Ambiente spa al Tar Valle d’Aosta avverso la conferma della revoca della procedura di appalto relativa all'affidamento, in concessione, del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani della regione.



ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ENERGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Mostra-Concorso dell'artigianato
E’ stata approvata l’organizzazione della 62a  edizione della Mostra-Concorso dell’artigianato di valdostano di tradizione che si terrà nell’estate 2015, così come sono state determinate le tematiche dei vari settori di produzione.

Contributi società di lavorazione artigianale
La Giunta ha concesso i contributi per le spese di investimento alle società di lavorazione artigianale Les dentellières di Cogne, Lou dzeut di Champorcher, D’socka di Gressoney-Saint-Jean, Les tisserands di Valgrisenche e Li tsacolé di Ayas, così come ha deliberato i contributi per la realizzazione dei corsi per l’apprendimento delle tecniche di lavorazione artigianale.


OPERE PUBBLICHE, DIFESA DEL SUOLO E EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Prezzo di vendita alloggi ERP
Sono stati determinati i valori dei canoni da prendere a riferimento per la determinazione del prezzo di vendita degli alloggi di edilizia residenziale pubblica.



TURISMO, SPORT, COMMERCIO E TRASPORTI


Acquisto treni bimodali
La Giunta ha devoluto alla Centrale unica di committenza la procedura per l’acquisizione del servizio di Direttore di esecuzione del contratto di fornitura di 5 treni bimodali a servizio del trasporto ferroviario della regione.

13 novembre 2014

Addario (#Cna Valle d'#Aosta): «Crediamo molto nei #CNALAB»

Salvatore Addario
Intervista a Salvatore Addario, presidente di Cna Valle d’Aosta.

Da pochi giorni ha compiuto il suo primo anno da presidente. Cosa ci può dire di questa sua esperienza?
E’ stata sicuramente un’esperienza importante che mi ha arricchito dal punto di vista associativo e grazie alla quale ho avuto la possibilità di conoscere importanti realtà imprenditoriali e artigiane. Sono però rammaricato per la situazione che ho ereditato dalla precedente gestione. Situazione deficitaria sia strutturalmente che economicamente. Sono però riuscito a coinvolgere nuove figure collaborative che hanno permesso di sopperire alle gravi mancanze pregresse. Comunque sono contento per come stiamo portando avanti la CNA in Valle d’Aosta.

Il mondo artigiano, come si sa, è molto variegato. Come sta reagendo alla crisi?
Il mondo artigiano sta attraversando un periodo difficilissimo di crisi economica che ormai attanaglia l’intero Paese dal 2008. Si pensi solo al il fatto che, dati alla mano recentissimi, per il terzo anno consecutivo nei primi nove mesi è costantemente e pesantemente diminuito il numero di imprese artigiane. Una impresa che finisce non fa notizia, ma semplicemente non se ne parla. Purtroppo però la notizia c’è ed è bruttissima. Quindi direi che più che reagire alla crisi, il mondo artigiano sta cercando di resistere per non soccombere totalmente ad essa.

Cna offre molti servizi per le aziende. Di cosa si tratta?

CNA sta cercando di assistere, sotto tutti i profili settoriali, i suoi artigiani iscritti offrendo loro numerosi servizi e vantaggi. In particolare, oltre ad informare tempestivamente e predisporre corsi di formazione e aggiornamento obbligatori per le aziende, al fine di evitare il rischio che le stesse incorrano in sanzioni legislative, la CNA offre la possibilità a tutti i soci di ricevere, con professionisti specializzati, consulti gratuiti di tipo aziendale: legale, commerciale, consulenza del lavoro, assistenza al credito. Inoltre, sono stati predisposti, sempre per gli artigiani iscritti a CNA, seminari gratuiti in importanti settori lavorativi oggetto di innovazioni e modifiche legislative, quali la fatturazione elettronica, appalti e AVCPASS, Marcatura CE. Si ricorda anche che grazie al Patronato Epasa, i soci possono usufruire dei servizi presso le sedi regionali del SAVT.

A livello di mondo artigiano da tempo le varie associazioni stanno lavorando insieme attraverso un comitato di coordinamento. Come è nata questa decisione e quali vantaggi vi assicura?
Dopo numerosi confronti con le varie associazioni rappresentative del mondo artigiano, si è deciso di puntare, oggi come non mai, su una vera e proficua collaborazione. Penso che sia di fondamentale importanza per cercare di uscire da questo difficile periodo, unificare tutte le nostre forze, le nostre conoscenze e il nostro lavoro per tutelare il più possibile ogni singolo artigiano. 

In questa logica nei giorni scorsi avete organizzato insieme un convegno. Di cosa vi siete occupati? 
Per i motivi appena citati, le tre associazioni artigiane, CNA, Confartigianato e AAVA, hanno organizzato un importante convegno dal titolo “Innovazione e ruolo delle piccole e medie imprese artigiane”. E’ stato un bellissimo incontro, in cui ha partecipato anche l’Assessore regionale alle Attività produttive, Dott. Pierluigi Marquis. Sono stati affrontati e discussi numerosi temi che riguardano il mondo artigiano. In particolare, il Prof. Massimo Leveque, incaricato dalle tre associazioni, ha effettuato un attento e minuzioso studio sugli effetti e sulle prospettive che la crisi comporta per le piccole e medie imprese. Ovviamente è stato dipinto un quadro generale a dir poco preoccupante, ma alla stesso tempo, sono state tracciate importanti vie di uscite per cercare di venir fuori più rapidamente possibile da questo periodo nero, come il puntare molto sulla valorizzazione del nostro territorio valdostano, abbinando le importanti novità tecnologiche e innovative che la nostra società ormai non può più tralasciare. Personalmente ho sollecitato all’Assessore una maggiore attenzione e impegno da parte delle istituzioni per rilanciare l’intero settore dell’artigianato. Successivamente si è dato vita ad un dibattito in cui sono intervenuti numerosi artigiani presenti in aula, i quali hanno espresso richieste, testimonianze e denunciato problematiche settoriali. Tutto questo si è creato con l’auspicio vero che le cose possano mutare in positivo.

La professione è cambiata tantissimo in quest’ultimo decennio…
Si, la professione è cambiata molto. C’è più concorrenza, almeno raddoppiata in quest’ultimo decennio, e l’offerta lavorativa è in calo. Quindi penso che in un momento di crisi come questo le piccole aziende devono collaborare tra di loro e devono muoversi come fanno le grandi.

Ci parli un po’ della sua attività ?

La mia attività è l'autonoleggio con conducente che ho iniziato 14 anni fa nel 2002. Oggi rappresento anche un Consorzio di Autonoleggiatori che a sede in Saint Vincent con un parco auto di 34 mezzi tra auto e minibus. All'inizio lavoravo maggiormente con il Casinò di Saint Vincent e si guadagnava bene ma col passare degli anni il lavoro e calato molto,la concorrenza è aumentata e i prezzi dei transfer sono rimasti quasi uguali e le spese come l'autostrada è il gasolio sono triplicati. Ma bisogna rimboccarsi le maniche ed andare avanti. C'è bisogno di pubblicizzarsi di più per farsi conoscere anche all'estero e proprio in questi giorni grazie ad un contributo dell'assessorato al Turismo e Trasporti stiamo realizzando un portale internet unico per tutti gli Autonoleggiatori Valdostani che ne vogliono fare parte.

Una novità da annunciare per ImpresaVda?
Una novità importante è la nascita dei “CNA LAB”. L’obiettivo è quello di promuovere la crescita individuale della persona, valorizzare le capacità individuali e indirizzare le energie e le motivazioni dei singoli verso sviluppi coerenti con le esigenze dell’impresa e del mercato. Sono veri e propri laboratori che stiamo progettando e che saranno avviati entro la fine del 2014. L’idea che si sta cercando di portare avanti è quella di creare dei momenti d’incontro mirati allo sviluppo personale e individuale attraverso dei percorsi che possano far crescere gli iscritti in un momento di grande crisi e difficoltà come quello che stanno vivendo le imprese valdostane, da un punto di vista non solo professionale ma anche umano. Per questo motivo i CNA Lab saranno organizzati con la formula degli incontri di gruppo, con cadenza settimanale, e saranno tenuti da professionisti ed esperti nel campo, ai quali si affiancheranno gli interventi di alcuni iscritti disponibili a condividere le proprie esperienze. I temi affrontati seguiranno diversi percorsi, dalla comunicazione alla motivazione, passando per la collaborazione e la gestione dei conflitti, fino ad arrivare al problem solving, in modo che chiunque voglia aprire un’attività possa contare su tutti gli strumenti e il supporto necessario.
Un sogno associativo-imprenditoriale da realizzare…

C’è , ma per ora posso soltanto dirvi che è un progetto che riguarda il mondo del Turismo.

Bilancio positivo per la seconda edizione di De la Terre à la Table

Si chiude con un bilancio positivo la seconda edizione di De la Terre à la Table, la borsa dei prodotti valdostani organizzata mercoledì 12 novembre presso l’Espace Aosta dall’Assessorato regionale all’Agricoltura e della Chambre Valdôtaine in collaborazione con l’AREV e la Coldiretti.

Sono stati infatti 165 i buyer registrati che nel corso della giornata hanno potuto prendere contatto con le diverse aziende presenti alla manifestazione. Un numero in significativo aumento rispetto ai 124 della prima edizione, a testimonianza di un crescente interesse nei confronti dell’iniziativa.

63 sono invece stati i produttori che hanno aderito alla manifestazione allestendo il proprio stand presso l’Espace Aosta. 7 le filiere rappresentate con 22 aziende del settore vini, 19 del settore erbe officinali, ortaggi, piccoli frutti e conserve, 11 per il settore lattiero caseario, 4 per il settore delle carni, 3 per i distillati, 3 per i mieli e 1 per i prodotti da forno.

«Si tratta di un risultato importante spiegano l’Assessore Renzo Testolin ed il Presidente della Chambre Nicola RossetL’aumento significativo del numero dei buyer e la risposta positiva delle aziende testimoniano la validità del progetto e della formula. Certamente il lavoro da fare è ancora molto, soprattutto per riuscire ad aumentare ancora la presenza degli operatori turistici e alberghieri, dei ristoratori e dei commercianti della piccola e grande distribuzione, ma la strada imboccata è quella giusta ed in questa direzione bisogna procedere. Sarà importante per il futuro riuscire a dare una continuità all’iniziativa, magari pensando ad arricchirla anche con altre attività collaterali che possano fungere da catalizzatore per i visitatori. In questo senso, come già accaduto lo scorso anno, sarà basilare il feedback che avremo dai questionari compilati da visitatori ed espositori dai quali cercheremo di trarre gli elementi per migliorare ulteriormente la manifestazione nel futuro».

Venerdì 14 novembre Roger Tonetti (#Valléed'AosteStructure) ospite a #Impresavda su #RadioPropostainBlu


Carissimo visitatore, domani, Venerdì 14 novembre, puntata numero 169 di ImpresaVda, alle 9,30, su Radio Proposta in Blu. 

Il programma come già negli anni passati è realizzato in collaborazione con la Chambre Valdôtaine, con il coinvolgimento anche quest'anno dello sportello europeo di supporto alle imprese «Enterprise Europe Network».

Ti aspetto allora Venerdì 14 novembre, sempre alle 9,30.  Avrò come ospite Roger Tonetti. da circa un mese nuovo Presidente di Vallée d'Aoste Structure.

Nel frattempo ti segnalo che qui puoi trovare l'intervista a Riccardo De Toma, fondatore della Rubriking, vincitrice della Start Cup Valle d'Aosta, della scorsa settimana.

Ti ricordo che il programma è in diretta per cui puoi intervenire sia telefonicamente (0165 - 44575) sia via mail diretta@radiopropostainblu.it).

Come sempre ti chiedo di scrivere nell'oggetto della mail «ImpresaVda» in modo che io possa capire subito se si tratta di un lettore del blog.


Puoi naturalmente anche lasciare messaggi direttamente su ImpresaVda, possibilmente prima della trasmissione. Di che genere? E' molto semplice: domande sui temi trattati e suggerimenti sugli argomenti da trattare o gli ospiti da invitare.


Se non conosci ancora la radio ti ricordo le sue frequenze: Courmayeur 103.8 - La Salle 93.7 - Saint-Nicolas 107.6 - Aosta 107.8 - Saint-Vincent 107.4 - Bassa Valle 107.8 - Brusson 88.5 - Ayas 107.6 - Valtournenche 107.6 - Valle del Gran San Bernardo 107.6 e Valgrisenche 88.0.

Buon ascolto. 

12 novembre 2014

Mercato immobiliare (2) turistico: per #Tecnocasa in Valle d'#Aosta si registra un calo dei prezzi del 3%


Propongo l'analisi del mercato turistico valdostano elaborata dall'Ufficio Studi di Tecnocasa.

Le località turistiche della Valle d’Aosta hanno ceduto il 3,0% nella prima parte dell’anno. 
Rallenta il mercato della seconda casa in Valtournenche: si registra una contrazione dei prezzi e della domanda ed un aumento dell’offerta, anche sulle abitazioni di prestigio e sulle soluzioni indipendenti: numerosi coloro che non riescono più a sostenere le spese legate al mantenimento della seconda casa e che, utilizzando poco l’abitazione (soprattutto persone anziane o piccoli imprenditori che avevano acquistato in passato), decidono di venderla oppure di affittarla.

A Saint Vincent gli acquisti a scopo turistico provengono da lombardi, liguri e piemontesi. Il budget di chi cerca a Saint Vincent oscilla da 100 mila € per gli appartamenti (monolocali e bilocali)  fino a 150-200 mila € per le soluzioni indipendenti. Si prediligono le soluzioni dotate di giardino ad uso esclusivo e inserite in palazzine con basse spese di gestione. Da alcuni anni è operativo il nuovo complesso termale più orientato verso il benessere che non verso le cure termali. Questo ha comportato un cambio di clientela interessata ad acquistare in zona,  ora  molto più giovane.
A Saint Vincent si apprezza  il tratto di strada compreso tra il Casinò e le Terme, precisamente viale IV Novembre, via Conte di Challant, via Tromen e via Favret, grazie alla loro centralità e alla signorilità delle abitazioni ivi presenti. Tali soluzioni sono inserite in palazzine: una tipologia degli anni ’70-’80 si compravende a 1500 € al mq, per una degli anni ’90 si spendono 2000 € al mq, mentre per una degli anni 2000 il prezzo sale a 2500 € al mq. Altre zone richieste sono quelle che sorgono a ridosso del Col de Jux, dove esiste un comprensorio sciistico e dove si trova il complesso turistico “Les Pleiades”, le cui quotazioni variano da 2000 a 2300 € al mq. Da segnalare che il ribasso delle quotazioni ha creato interesse da parte di stranieri (russi, inglesi e finlandesi) che stanno cogliendo delle ottime opportunità per investire. Questi ultimi acquirenti sono anche interessati agli immobili di Cervinia e di Valtournenche.

A Cervinia si segnala un rallentamento del mercato soprattutto sui piccoli tagli che in passato erano acquistati da una clientela di età giovane che attualmente ha più difficoltà. Tengono le abitazioni di prestigio che al momento non superano i 6000-7000 € al mq. Si segnala che esiste il progetto di collegare tramite impianti Cervinia, Champoluc e Gressoney.

A Valtournenche il mercato è dinamico, ultimamente si interessano a questa località anche acquirenti stranieri: le tipologie usate oscillano da 2000 a 3000 € al mq, mente quelle di nuova costruzione vanno da 3000 a 4000 € al mq. Da segnalare alcuni interventi di nuova costruzione in località Crepin, sorte in alta classe energetica e che si scambiano a prezzi medi di 3000-4000 € al mq. Resistono le quotazioni  immobiliari delle località turistiche della Valle d’Ayas: Brusson e Champoluc. In queste località c’è un’offerta più bassa, perché negli anni scorsi non c’è stato un importante sviluppo edilizio.

Brusson sorge su un’area pianeggiante nella media Val d’Ayas, caratterizzata dalla presenza di un anello per lo sci di fondo di 5, 10, 15 o 25 km, omologato anche per gare internazionali. La parte vecchia e il laghetto sono le zone più apprezzate (la prima per la vista, la seconda perché ben soleggiata): i valori oscillano da 3000 € al mq per le tipologie usate fino ad arrivare a 5000 € al mq se l’immobile è stato ristrutturato e riqualificato in pieno stile valdostano (pietra e legno). Nel Centro del paese è possibile acquistare bilocali e trilocali di media qualità, ricavati da un ex albergo dismesso, al prezzo di 3500-4000 € al mq. Di particolare interesse è Estoul, frazione situata in un’area soleggiata caratterizzata da piste di discesa, snow park e un anello di 5 km di piste da sci di fondo e ben collegata con un servizio di navetta attivo tutto l’anno.

La località più rinomata della valle è Champoluc, uno dei due abitati principali del comune di Ayas dove si concentrano locali, negozi e servizi di ogni genere, nonché gli impianti di risalita, situati nel centro del paese. A Champoluc si indirizza una clientela più benestante con un’ottima disponibilità di spesa. Le quotazioni delle abitazioni vanno da 4000 (per abitazioni in buono stato) fino a 6000 € al mq per le soluzioni ristrutturate. Route Ramey è la strada principale con quotazioni che possono oscillare da 4200-4300 € al mq fino a 5000 € al mq. Nella zona limitrofa al parcheggio dell’impianto di risalita e al parco giochi si sta procedendo alla ristrutturazione del Palazzetto dello Sport, che diventerà multifunzione e ospiterà una piscina e un centro benessere; a Frachey, invece, è stato ampliato il nuovo campo da golf, passato da 3 a 9 buche. L’apertura nel 2010 della funivia che collega Frachey alla Valle di Gressoney ha portato una buona rivalutazione delle abitazioni ivi presenti: si tratta di condomini degli anni ’70, valutati in buono stato a 4000-5000 € al mq. Interesse anche per le località di Verrayes, S. Barthelemy e Saint-Denis vicine alle località più importanti e agli impianti ma dove i prezzi sono ancora molto contenuti. Si tratta di località apprezzate soprattutto da chi desidera stare lontano dai centri più turistici e ama di più gli aspetti naturalistici della montagna. I prezzi di un’abitazione usata sono inferiori a 2000 € al mq.

Nella prima parte del 2014 le quotazioni delle abitazioni nella zona che da Sarre si estende fino a Villeneuve sono ancora in diminuzione. Le difficoltà del mercato della seconda casa continuano a manifestarsi sensibilmente evidenziando ancora una diminuzione della domanda nelle località importanti come Courmayeur e Pre Saint Didier; molti professionisti e imprenditori, che acquistavano in queste zone, rimandano l’acquisto della casa vacanza in attesa che la situazione economica sia più stabilizzata evitando così di distrarre capitali dall’attività imprenditoriale. In questo momento la seconda casa è ricercata da piccoli investitori che impiegano capitali medi di 100-120 mila € per comprare piccoli bilocali o trilocali in zone meno conosciute, ma altrettanto interessanti a livello paesaggistico e naturalistico come Saint-Nicolas, la collina alta di Saint-Pierre e le zone limitrofe a Cogne. Mercato più dinamico invece per la prima casa a Sarre e a Saint-Pierre, dove si registra un aumento della domanda grazie alla diminuzione dei prezzi, alla ripresa da parte delle banche della concessione di interessanti prodotti che oggi il mercato finanziario propone ed infine all’erogazione di mutui regionali agevolati. La domanda si orienta verso i trilocali con giardino e riscaldamento autonomo. Si stanno vendendo molte soluzioni costruite negli anni 2005/2010 perchè ora hanno valori intorno a 2000 € al mq. Piace molto la parte collinare di Sarre e di Saint-Pierre perché più esposta al sole e dove le soluzioni di nuova costruzione hanno valori medi rispettivamente di 2900 € al mq e 2400 € al mq. 

«#INDUSTRIA e #AGRICOLTURA: sinergie per lo sviluppo economico»

In occasione della XIII settimana della cultura d’impresa (13 – 23 novembre), Confindustria Valle d’Aosta organizza, in collaborazione con l’Institut Agricole Régional, una tavola rotonda che ha l’obiettivo di creare delle sinergie tra industria e agricoltura, confrontandosi su idee, tecnologie e innovazioni per valorizzare e sviluppare l’economia valdostana.

L'incontro si terrà il 17 novembre, a partire dalle ore 17.15, presso la Sala Convegni dell'Institut Agricole Régional, Loc. La Rochère n. 1/A, Aosta.

Confindustria è partner istituzionale del Padiglione Italia per Expo il cui slogan è “Orgoglio Italia”, un evento che potrà contribuire alla ripartenza del Paese, un’occasione unica per promuovere l’Italia e il Made in Italy nel mondo, per mostrare al mondo che l’Italia si sa rinnovare e rigenerare.


PROGRAMMA

ORE 17,15 Registrazione partecipanti

ORE 17,30 Saluti Renzo Testolin, Assessore all’agricoltura e risorse naturali

ORE 17,45 Tavola rotonda "Industria e Agricoltura sinergie per lo sviluppo economico"

Ne parlano:

- Giuseppe ORIANA, Delegato Comitato speciale Expo 2015 di Confindustria per i rapporti con i territori

- Alessandro FRANCOLI, Amministratore unico “Torraccia del Piantavigna”

- Andrea BARMAZ, Direttore della ricerca e sperimentazione dell’Institut Agricole Régional

- StefanoDIFRANCESCO, Azienda “Di Francesco - Gasperi Vino& Spiriti”

MODERA: Monica Pirovano, Presidente Confindustria Valle d’Aosta

ORE 18,45 Dibattito seguito da Aperitivo

La partecipazione è gratuita e aperta a tutti. Per motivi organizzativi è richiesta però la conferma della presenza ai seguenti recapiti: mail corsi@confindustria.aosta.it / tel. 0165-237411 ENTRO IL 12 NOVEMBRE 2014.





11 novembre 2014

#PMIDay 2014


Il Presidente di Piccola Industria di Confindustria Valle d’Aosta, Giancarlo Giachino,
 comunica che il 14 novembre si svolgerà, su tutto il territorio regionale, il Progetto nazionale “PMI Day - Industriamoci”.

La manifestazione, giunta alla sua quinta edizione, vedrà le PMI della Valle d’Aosta aprire le porte dei propri stabilimenti ai giovani studenti, con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza sul ruolo della piccola e media impresa nell’economia e nella società.

All'iniziativa della Piccola Industria ha aderito quest’anno anche il Gruppo Giovani che in un percorso comune mirato intende condividere i progetti sull'orientamento, la nuova imprenditorialità e la cultura d’impresa rivolti agli studenti delle scuole superiori, alle quali si intende trasmettere la voglia d'impresa, le loro famiglie e gli insegnanti che hanno un ruolo determinante nell'orientamento dei propri allievi.

Quest’anno gli studenti dell’Istituto “Don Bosco di Chatillon”, con indirizzo manutentore e assistenza tecnica meccanica, visiteranno la Heineken S.p.A. di Pollein.

L’Istituto tecnico commerciale e per geometri “Manzetti” di Aosta, con indirizzo tecnico informatico, sarà ospitato dalla Dora S.p.A con una classe 4°, mentre una 5° visiterà la sede di Aosta delle Poste Italiane. Mentre due classi 4° con indirizzo tecnico amministrativo visiteranno la Heineken S.p.A. e la St. Roch S.r.l.

«Obiettivo dell’iniziativa – dichiara il Presidente Giachino - è infatti quello di far conoscere la realtà produttiva delle PMI, i loro valori, il contributo fondamentale che danno alla crescita economica e sociale del Paese creando ricchezza e occupazione, imprese che sono comunità di persone, parte integrante del contesto sociale nel quale operano, e luogo di costruzione di un futuro collettivo e condiviso. E’, quindi, con orgoglio che portiamo gli studenti nelle nostre aziende per raccontare loro chi siamo, cosa facciamo e quali sono i nostri valori».  

Il Presidente ringrazia, infine, tutte le aziende che apriranno le loro porte alle visite: Heineken S.p.A., Dora S.p.A., St. Roch S.r.l. e Poste Italiane.

Mercato immobiliare (1): per #Tecnocasa ad #Aosta aumenta la fiducia degli acquirenti


Ad Aosta nella prima parte del 2014, secondo le tradizionali rilevazioni dell'Ufficio studi di Tecnocasa, le quotazioni immobiliari hanno subito una lieve flessione pari allo 0,6% rispetto al semestre precedente. 

Oggi proponiamo i dati rispetto al capoluogo regionale. Domani sarà la volta del mercato turistico.

2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
I sem 2014
+4,2%
+1,2%
0,0%
+2,1%
+1,3%
-3,2%
-2,3%
-0,6%

Prezzi sostanzialmente stabili nell'area compresa tra il Centro storico e l’Arco di Augusto. A soffrire maggiormente sono le tipologie più vetuste, con spese condominiali elevate, mentre soluzioni in buono stato o di recente costruzione non si evidenziano particolari ribassi dei valori. Il primo semestre dell’anno ha sottolineato una leggera ripresa delle richieste ed una maggior fiducia da parte dei potenziali acquirenti. In questa area della città si realizzano prevalentemente compravendite legate all’abitazione principale, non mancano comunque, in particolare nella parte centrale, gli acquisti per investimento. Si riscontra inoltre la tendenza che vede lo spostamento di molte famiglie dalla provincia al capoluogo di regione. Chi compra per mettere a reddito preferisce tagli piccoli che garantiscono in proporzione rendimenti più elevati, mentre chi è in cerca dell’abitazione principale acquista soprattutto trilocali seguiti dal quattro locali se si tratta di famiglie con più figli.

Una delle zone più ambite del Centro storico è quella compresa tra via De Tillier e via Sant’Anselmo, dove ci sono soluzioni del XVII secolo ristrutturate nel tempo e a volte caratterizzate da scale in pietra, affreschi e soffitti a volta e talune ancora da recuperare. In centro un appartamento ristrutturato in costa mediamente tra 2500 e 2700 € al mq, con punte di 2800-2900 € al mq (soluzioni particolarmente prestigiose raggiungono anche picchi di € 3500). Nel quartiere Dora, più periferico, si trovano abitazioni popolari, spesso prive di ascensore ed altre costruzioni più accessoriate in cooperativa risalenti agli anni ’80. Da segnalare che a breve, nell’area della collina Beauregard, nei pressi dell’omonimo ospedale e ad un chilometro dall’Arco d’ Augusto, partiranno i lavori per la realizzazione di nuove ville; si tratta di soluzioni prestigiose, realizzate in classe energetica A e con finiture di pregio; i prezzi di vendita vanno da 350 mila € per le tipologie a schiera fino ad arrivare a 550 mila € per le bifamiliari. Sono iniziati inoltre i lavori per la realizzazione del teleriscaldamento, che dovrebbe portare un sensibile risparmio energetico soprattutto in quei condomini che dispongono di sistemi di riscaldamento vetusti a gasolio.

Dinamico il mercato degli affitti, alimentato sia da lavoratori trasfertisti sia da giovani coppie e famiglie che non riescono ad acquistare. In zona centrale il canone di un bilocale arredato è di 500 € al mese, per un trilocale la spesa sale a 600-650 € al mese. I contratti più utilizzati sono quelli a canone libero, anche se si segnala un aumento dei contratti a canone concordato con l’opzione della cedolare secca, decisamente vantaggiose per i proprietari grazie alla tassazione agevolata e per gli inquilini che spuntano un canone scontato. La richiesta di box auto è bassa, in questo momento infatti si dà la priorità all’abitazione, anche perché non esistono particolari problematiche legate al parcheggio. Il valore di un box singolo varia molto in base alla posizione, si parte da 60 mila € di piazza Chanoux per arrivare a 20 mila € nelle zone periferiche.

Quotazioni ancora in leggero calo nell’area di piazza della Repubblica nella prima parte dell’anno; il semestre ha comunque evidenziato un’inversione di tendenza per quanto le richieste, che risultano attualmente in crescita. Il mercato immobiliare in questa area della città (centro-ovest) è equamente diviso tra acquisti per investimento ed acquisti di prima casa. Le compravendite effettuate per mettere a reddito riguardano in genere monolocali e bilocali dal valore compreso tra 70 e 120 mila €, mentre le famiglie si focalizzano su trilocali con una spesa media che oscilla tra 155 e 190 mila €. Sono molto apprezzate le tipologie termo-autonome alimentate a metano e dotate del posto auto.

Nel centro storico di Aosta ed in particolare in via Aubert e via Croce di Città ci sono abitazioni storiche, spesso impreziosite da travi a vista, volte e rosoni e risalenti alla fine del 1800 ed inizi del 1900 che, ristrutturate, hanno valori medi di 3000-3500 € al mq. Si tratta di immobili che non hanno subito forti ribassi di prezzo e che sono acquistati da un target medio alto. La maggioranza delle compravendite si realizza nella zona a ridosso di Piazza della Repubblica (via Chambery e corso Battaglione Aosta) dove si concentrano condomini degli anni ’70-‘80 le cui quotazioni sono di 1800 € al mq per le abitazioni da ristrutturare e di 2300 € al mq per le soluzioni ristrutturate. Da segnalare che in zona viale Partigiani entro la fine del 2014 partiranno i lavori per la realizzazione di sette nuove unità immobiliari caratterizzate dalla classe energetica A+ e da materiali e finiture di pregio. Il prezzo di vendita su carta è di 2600 € al mq. In corso Lancieri è in fase di completamento un nuovo condominio in classe energetica A, con valori che variano tra 2600 e 3000 € al mq a seconda del piano. Canoni di locazione in calo nell’area di piazza della Repubblica, dove si registra un aumento di contratti di affitto trilaterali: si tratta di contratti stipulati con il Comune di Aosta che paga circa l’80% del canone di locazione e sub-affitta a persone dal reddito medio basso che si accollano solamente il restante 20% del canone. Molto utilizzati anche i contratti a carattere transitorio e a canone libero, il costo mensile di un bilocale è di 400-450 €, quello di un trilocale è di 480-600 €.

Prezzi in leggero calo in zona Ospedale Regionale, i proprietari sono più consapevoli sui reali valori del mercato attuale e questo incoraggia gli acquisti, si registra infatti un maggior numero di compravendite. L’offerta è abbondante, nella zona inoltre sono state edificate molte nuove costruzioni immesse sul mercato. Tra viale Gran San Bernardo e via Roma ci sono nuovi immobili costruiti in classe “A” acquistabili a prezzi medi di 3200 € al mq (consegna marzo 2015), mentre l’usato degli anni ’70 costa circa 1850 € al mq. La zona dell’Ospedale è apprezzata per la vicinanza al centro storico e si sviluppa intorno a via Frederico Chabod, dove ci sono appartamenti degli anni ’60 e ’70 che da ristrutturare costano 1700 € al mq. Nei pressi dell’Arco di Augusto è in fase di ristrutturazione l’antica vetreria per la creazione di abitazioni prestigiose dal valore di 2900-3000 € al mq. Da segnalare inoltre la riqualificazione del condominio “La Ex Trafila” dove tra l’altro sono stati realizzati 35 nuovi box auto il cui valore è di 35 mila €, gli appartamenti ristrutturati sono venduti a 2500 € al mq. Non lontano sorge la zona collinare di via delle Betulle e rue du Cotoumier: panoramica ed esposta al sole offre appartamenti di taglio medio-grande costruiti negli anni ’80 e ‘90. Le quotazioni medie sono di 1900 € al mq, 2200-2300 € al mq per il ristrutturato. Si registra un aumento delle richieste di terreni edificabili da parte di privati che realizzando personalmente l’abitazione in bio-edilizia riescono a risparmiare. Molto apprezzati i terreni che si trovano sulle colline di Extrebin, Arpuilles ed Exemex, frazioni di Aosta che si trovano a 5-6 chilometri dal centro e dove è possibile acquistare un terreno a 100-120 € al mq. Prezzi leggermente superiori si registrano nell’area collinare di via delle Betulle, più vicina al centro, con quotazioni dei terreni di 140-160 € al mq. Da segnalare infine che nell’area dell’Ospedale sono stati completati 500 nuovi parcheggi e che nella zona dell’ex parcheggio sono iniziati i lavori per l’ampliamento della struttura ospedaliera. Questi lavori a breve porteranno ad alcune modifiche sulla viabilità del quartiere.

Buona la domanda di appartamenti in affitto. A cercare soluzioni in locazione sono famiglie, giovani coppie e stranieri. Si registra un netto aumento dei contratti a canone concordato con cedolare secca al 10%; un bilocale si affitta con 400 € al mese, il trilocale costa 530-550 € al mese.
 

© ImpresaVda Template by Netbe siti web